Home / Live / Ministri + I Mostri – live @ Orion Club Ciampino (Testi e Foto di Stefano D’Offizi)

Ministri + I Mostri – live @ Orion Club Ciampino (Testi e Foto di Stefano D’Offizi)

Orion Club, seconda serata live in programma, e stasera l’età media del Popolo del Rock, raggiunge una soglia molto bassa. Stasera si esibiscono i Ministri, band tutta Italiana che vanta un seguito molto numeroso, in grado di riempire il live club più capiente di Roma. Si tratta di un gruppo che ultimamente ha messo parecchia carne al fuoco, capace di smuovere parecchi giovani e non, un fenomeno che riporta alle primissime popolari esibizioni di un gruppo californiano degli anni 70 (di cui per osannabile rispetto, evito di citare il nome) seppur mantenendo una identità tricolore in cui i fan probabilmente si riconoscono. Ma andiamo con ordine:
Ad aprire la serata, i Mostri, altra formazione romana hce s’è data parecchio da fare negli ultimi mesi. Il loro stile oscilla fra un Alternative Pop Rock molto ben suonato, e la ricerca di un Indie che potrebbe riportare alla ricerca di qualcosa di originale che purtroppo è davvero arduo da raggiungere, almeno per le sonorità Italiane. Ottima presenza scenica per il quartetto, forse leggermente guastata dall’ostinarsi a voler tenere indosso una giacca di pelle che fa venire la rosolia al solo guardarla e raccogliere spocchiosamente certe provocazioni della platea, di cui ci si dovrebbe liberare con una scrollata od una semplice frase ad effetto, anche perchè un diretto “Dopo scendo e ti rompo il c…” è davvero poco scenografico e suona come una caduta di stile, soprattutto se poi non si mantiene la promessa. Spero che queste mie parole vengano considerate come una critica costruttiva, e non come l’ennesima provocazione da raccogliere ed aggiungere alla lista. Tolta questa nota fuori scala, direi che la band è matura per poter affrontare il salto di qualità che la selezione naturale del Rock richiede ad un certo punto, resta da vedere cosa accadrà.
Piccola pausa mentre il palco viene allestito per la headliner della serata, ed a quanto pare, si tratta dell’ultima esibizione live prima di un lungo ritiro forzato dalle scene, che si tratti di un cambio di formazione o della preparazione del loro quarto disco, non è dato sapere. Intorno a questa serata c’è un po’ di caos già a partire dalla emissione della data, prima smentita, poi recuperata, appena prima di vederla annullata pubblicamente ed infine ripubblicizzata all’ultimo momento. Il loro stile risulta difficilmente etichettabile, ed è anche questo il loro principale punto di forza. Una identità originale e resa riconoscibile a primo impatto, forzatamente accostati a Il Teatro degli Orrori, per il sound decisamente aggressivo, paragone che personalmente prenderei come un complimento. La platea impazza al loro ingresso sul palco, piccolo preambolo di quello che risulterà essere un test impegnativo per le barriere di sicurezza sottopalco, energicamente prese di mira dal pubblico esagitato dell’Orion. Atmosfera perfettamente Rock, dal più selvaggio Headbanging degno del trash anni novanta, agli abbracci enegrici delle prime file che si agitano a tempo di Tempi Bui. La serata prosegue paurosamente, mentre le barriere si piegano sotto il peso della platea che continua a spingere ed agitarsi, del resto si tratta della band del momento, che probabilmente meriterebbe anche di più, soprattutto quando vengono eseguiti i loro cavalli di battaglia, ma l’apice della serata si raggiunge con la bellissima Mangio la Terra.
L’esibizione si risolve infine con un’ovazione generale, la prova che il Popolo del Rock non è morto, e dietro l’angolo spuntano le nuove generazioni che sono assolutamente in grado di scegliere le prossime epoche. Lascio l’Orion con questo pensiero più che positivo, pago del fatto che le prossime generazioni esistono già, devono solo venire fuori da sole ed avere la possibilità di farlo, luoghi come l’Orion e band come i Ministri, esistono forse per adempiere proprio a questo dovere, quindi passo di fronte al botteghino e leggo il prezzo del biglietto: 10 euro per i Ministri + i Mostri… pochi soldi e spesi bene!


Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!