Home / Live / Norah Jones live @ Auditorium Parco della Musica (testo e foto di Stefano D’Offizi)

Norah Jones live @ Auditorium Parco della Musica (testo e foto di Stefano D’Offizi)

Cantante, attrice e non solo, Norah Jones conquista un sold out incredibile nella sala Santa Cecilia (la più grande credo) della struttura live più bella di Roma: l’Auditorium Parco della Musica.
Il suo ultimo disco, Little Broken Hearts, ha raccolto un gran numero di commenti favorevoli da parte di pubblico e critica, ed anche se l’industria discografica mondiale sta ancora raccogliendo i cocci di una crisi che l’ha colpita duramente, la Jones ottiene un discreto numero di vendite già nelle prime settimane. La collaborazione con Brian Burton (aka Danger Mouse) alla produzione, offre una retrospettiva maggiormente rock, rendendo il tutto più scorrevole ed originale, completanto pienamente lo stile dolce della cantante statunitense.
In pochi minuti, la platea dell’Auditorium si riempie quasi completamente, rendendo l’immagine della sala Santa Cecilia davvero imponente. Solita attesa prima che le luci muoiano per lasciare spazio alle illuminazioni del palco, sovrastato per l’occasione da un tetto di uccellini di carta in stile origami, che investite dai mille colori, generano un effetto davvero impressionante ed atmosferico.


Norah Jones compare sul palco accompagnata dalla sua band, e da un’ovazione ovviamente attesa, vuoi per la quantità di fan che si sono accalcati per seguire questo evento, vuoi per l’amore reciproco fra la cantante ed il pubblico Italiano, che già con il suo lavoro più fortunato Come away with Me (2002), aveva dimostrato di apprezzare particolarmente le doti canore e melodiche della pianista americana.
Norah si precipita alle tastiere, mentre il resto della band attende il via per iniziare finalmente a riempirci le orecchie, ed in fondo al palco, attende un pianoforte a coda in tutta la sua maestosa lucidità.
Miriam, Happy Pills, sono solo alcune delle perle tratte dal suo ultimo lavoro, senza contare la title track Little Broken Hearts. Il tema affrontato è ovviamente un amore estraniato dalle vicende che possono dividere e spezzare, ma anche renderci partecipi di una poesia che si insinua fra la stupenda voce della Jones ed i ritmi sostenuti della sua band. 

Il contatto col suo pubblico è sempre abbastanza caldo, nonostante la grandezza della sala e la distanza con il suo pubblico, ci pensa lei a rendere le cose più dolci, un sorriso sempre indirizzato verso la platea.
Prosegue il concerto spostandosi ora al piano, ora a ringraziare il suo pubblico, ed ovviamente gli applausi sono scroscianti ogniqualvolta che la nostra plurivincitrice di Grammy Awards, si rivolge al pubblico parlando in un Italiano leggermente frenato solo dalla paura di sbagliare le pronunce.
Il suono perfetto, si sposa bene con la sua voce cristallina, rendendo il tutto più morbido ed assolutamente vivo.
Sicuramente, si tratta di uno spettacolo che non ha lasciato insoddisfatti i suoi affamatissimi fan, che ovviamente avrebbero proseguito con le richieste di bis fino a notte inoltrata.
Norah saluta la platea come fanno le star di un certo peso, sorridendo ed inchinandosi, senza perdere un centimetro della sua classe, lasciandoci tutti ad applaudire finché il palco non rimane buio e vuoto.

Un ringaziamento speciale allo staff dell’ Auditorium Parco della Musica per averci ospitato durante questo evento


Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!