Home / Live / Fun live @ Orion live club (testo e foto di Simone Giuliani)

Fun live @ Orion live club (testo e foto di Simone Giuliani)

Questa sera l’Orion club di Ciampino ha un aspetto diverso, me ne accorgo ancor prima di entrare, il parcheggio è strapieno, all’ingresso ci sono tracce di persone che hanno aspettato davanti ai cancelli diverse ore prima della loro apertura. Il locale è già stracolmo, il palco è blindatissimo. Questa sera all’Orion suonano i Fun: un gruppo che sta ottenendo un successo stratosferico in tutto il mondo e una notorietà sempre crescente grazie al singolo We are young, che si è piazzato al primo posto della classifica Bilboard Hot 100 chart. Il brano è anche uno tra i più scaricati nel web. Nel nostro paese ha raggiunto il doppio singolo di platino ed è stato uno dei maggiori successi radiofonici del 2012. We are young ha anticipato l’uscita dell’album “Some Nights” con cui ora stanno facendo un tour internazionale. Il disco ha ottenuto un buon riscontro di pubblico e critica per essere un bel mix di melodie orecchiabili con testi innovativi ma non banali. I Fun. sono nati dall’incontro tra il cantante Nate Ruess ex leader dei The Format, Jack Antonoff ex frontman degli Steel Train e Andrew Dost degli Anathallo. Dal disco d’esordio “Aim & Ignite“, datato
2009, non si sono più fermati. Il pubblico, giovanissimo e di prevalenza femminile entra letteralmente in estasi sin dalle prime note. Il sound emesso è una distorsione elettronica sempre efficace, la band riesce a trasformare una semplice nenia giocosa da fischiettare in un brano di notevole impatto groovy.Il mood èchiaro sin dall’inizio con Some Nights Intro che è un piccolo musical con voce piano e cori tragicomici seguita con tanto di applausi finali. Il concerto è un concentrato di gioia power-pop, della serie che anche le canzoni che potremmo definire “tristi” da un punto di vista lirico sono musicalmente gioiose e incalzanti come All Alone. Non è da meno la vera Some Nights, tamburellante l’inizio di una battaglia che i Fun. non possono che vincere, una canzone talmente potente a livello vocale (cori e solista) che se

i Queen avessero fatto musica commerciale li avrei potuti confondere per loro. L’evento di questa sera è un successo totale e l’Orion grazie alla sua forma ad anfiteatro si è dimostra ancora una volta il miglior locale in caso di concerti sold out. FUN, provate a dare loro una chance: avete la possibilità di rimanere piacevolmente sorpresi e travolti pari a quella di rimanere completamente indifferenti. Difficile, invece, rimanere schifati.

Un ringraziamento a Daniele Mignardi Promopress Agency e Orion Live Club per averci ospitato durante questo evento


Commenti

Click here to connect!