Home / Live / Roma Blues Band live @ Big Mama (testo e foto di Matteo Mariani)

Roma Blues Band live @ Big Mama (testo e foto di Matteo Mariani)

Nella location più amata, quasi venerata, da tutti gli amanti del blues non solo romani, ossia il Big Mama, storico locale di artisti di elevatissimo calibro nel cuore di Trastevere, si è esibita in questo venerdì sera, apparentemente come tanti ma in realtà ricco di sorprese,la Roma Blues Band, una band composta da Piero Fortezza batteria e voce,Roberto Fortezza voce e armonica, Alberto Bollipiano e voce, Domenico Tudinichitarra, Gabriele Giovannini chitarra, Alberto Biasin basso.
Venerdì ricco di sorprese perché per questa formazione era la prima volta di un’esibizione live al Big Mama. L’emozione è tanta ma loro non solo non deludono le aspettative ma anzi riescono a coinvolgere il folto pubblico in modo assolutamente spontaneo e quasi irriverente, con una passione per il blues, ma anche per il buon “caro vecchio rock’n’roll” che trasuda da tutti i pori, e si sente subito, arriva a chi li ascolta con grande forza ed impatto.La Roma blues band, “capitanata” dai fratelli Fortezza, Piero alla batteria e Roberto alla voce propone un repertorio che dire classico è poco: i grandi nomi che hanno scritto questi capolavori ci sono tutti:  B.B.King,Muddy Waters, Willie Dixon, Howlin Wolf.Considerato che gran parte di questi brani sono stati interpretati da nomi del calibro di Elvis, Etta James, Ray Charles, Eric Clapton, fa abbastanza impressione constatare come i musicisti che abbiamo di fronte riescano a non sembrare per nulla una opaca ripetizione, anzi riescono a dare persino un loro tocco di originalità ad ogni pezzo che certo non guasta e nel corso della serata si rivela anzi l’ingrediente essenziale a rendere il pubblico ancora più partecipe.

Infatti, certo è che proporre brani così classici, sentiti tante volte, e aggiungere quel tocco di freschezza che li fa sembrare scritti 50 anni dopo, non è da tutti. Può essere un’arma a doppio taglio, è sempre piacevole ascoltarli, ma sarebbe estremamente facile incappare nella sensazione del “già sentito”. E invece l’arrangiamento e la forza ritmica donano nuova vitalità che lasciano piacevolmente sorpresi e che fanno muovere mani e piedi.In particolare, già al terzo pezzo della serata, ovvero Rock me Baby di B.B. King, ci ritroviamo catapultati tutto a un tratto nel Delta del Mississipi: è vero che per chi ama il blues B.B.King riesce sempre ad incantare e non stanca mai, ma è anche vero che il modo che hanno di riproporla riesce a riportare il pubblico a quei luoghi e quelle atmosfere, ma con una vitalità aggiuntiva a ritmo crescente che non stona affatto, anzi fa sembrare il tutto così deliziosamente contemporaneo, qui di fronte a noi.Si prosegue poi con toni più tendenti al rock’n’roll : tra i pezzi che più colpiscono e coinvolgono ci sono La Grange e Good golly Miss Molly, dove Piero alla batteria traina tutta la band, ma gli altri certo non si tirano indietro.In un Big Mama solitamente abbastanza composto molte persone iniziano prima ad applaudire, e poi a ballare rock’n’roll lì in mezzo al locale, come se davvero non se ne potesse più fare a meno.Come dargli torto?

Il livello tecnico decisamente elevato di ogni musicista di questa band diviene evidente anche dal fatto che non hanno bisogno di volumi alti né di strafare a tutti i costi pur di far vedere che “sanno suonare”, come invece purtroppo fanno tanti altri. Loro no: i suoni si mantengono puliti e diretti e dimostrano anche una enorme padronanza del genere. 

“La casa del blues a Roma” per eccellenza non tradisce le aspettative. Offre uno spettacolo all’altezza del suo nome.
Grazie a loro per aver ospitato questo evento e complimenti alla Roma Blues Band, che ha dimostrato sul palco una grande compattezza e sinergia nel suonare tutti insieme, oltre che una preparazione di ognuno a livello individuale notevole, senza la quale certamente non si sarebbe ottenuto un simile risultato.
Setlist:
 
What do you want me to do
Messing with the kid
Rock me baby
I loved another woman
I’m ready
What’d I say
Goin’ down
Mean old Frisco
One way out
Walkin by myself
La grange
Good golly Miss Molly
Flip flop fly
Stormy Monday
Crossroads
Mojo walkin


Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!