Home / Live / Martelabel Fest Day 1 @Città Dell’Altra Economia, Roma (Testo e foto di Simone Giuliani)

Martelabel Fest Day 1 @Città Dell’Altra Economia, Roma (Testo e foto di Simone Giuliani)

_DSC0119Oggi, 19 luglio, inizia la 2 giorni del Martelabel Fest alla Città dell’altra Economia. Così MArteLabel festeggia, dal vivo, il Premio come Miglior etichetta indipendente assegnatole dal MEI 2012. Le band dell’etichetta gireranno insieme per un tour che toccherà le principali città italiane.

Ad aprire le danze c’è la voce di Francesca Dragoni guida e cuore dei Petramante, una band che grazie a un sound preciso e pulito incanta e scava proprio nei luoghi più nascosti della nostra anima. L’approccio è originale e ricco, suoni talvolta spigolosi che a tratti disorientano, ma a ben vedere il risultato è di forte impatto. Lo stile ricorda i Perturbazioni con qualche eco baustelliano, ma in una versione più luminosa e solare.

Dopo il primo gruppo è il turno degli Underdog, formazione musicale che sorprende per le tante sfaccettature messe in campo. Già perchè la loro è una musica che unisce jazz, rock aggressivo, funk dilaniato e atmosfere da cabaret anni 30. Il piano e la voce di BarbaraBasia” s’intrecciano magnificamente con il basso e la voce di Diego Pandiscia. Il gioco di voce maschile e femminile, entrambi su tonalità estese, alternano il canto pulito a strilli e urla deliranti, caratteristica presente in tutta la loro performance._DSC9667

Dopo gli Underdog tocca alla “strana coppia” Dellera&Gabrielli. Due artigiani della musica, artisti che non possono mai stare fermi senza suonare. Enrico Gabrielli, multistrumentista e arrangiatore di gruppi come i Mariposa e Calibro 35 ma anche direttore d’orchestra per gli Afterhouse a Sanremo 2009, insieme a Roberto Dell’Era riescono a disegnare scenari di grande intensità emotiva. Un percorso segnato da un insieme di foto ricordo profondamente significative, di un on the road che non finirà forse mai e che tingono di malinconico il bellissimo vagabondare della vita di ognuno di noi.

Ultimi a salire sul palco sono gli attesissimi Nobraino, che con la loro unica data romana rincarano l’attesa di tutto il pubblico capitolino. Come sempre il loro è un live carico di energia e ironia, Kruger e compagni non si risparmiano mai, trasformandosi in eleganti e raffinati animali da palco.

Brani che ad un primo ascolto possono sembrare canzoncine innocue, rivelano in realtà tra le righe una seria attenzione per ciò che ci circonda. Caratteristica principe dei Nobraino è capacità di giocare con le parole e i loro significati, sanno inoltre giocare molto anche con l’aspetto teatrale della performance. La novità scenica di questa sera è una scala, che Lorenzo posiziona come ponte tra il palco e la transenna, quasi a ribadire per l’ennesima volta che non ci sono muri tra il pubblico e i Nobraino. Il concerto si conclude con gli spettatori in estasi che non ne vogliono sapere di tornare a casa chiedendo alla band il tris. La serata è stata un successo, con tanta musica di qualità divisa in 4 gruppi, uno più interessante dell’altro. La Città dell’altra economia è una location perfetta per questo tipo di eventi. Merito di tutto ciò va anche ad Ausgang e alla festeggiata Martelabel, ringraziamo entrambe per averci ospitato.


Link al Set su Flickr


Link al Set su Flickr

 


Commenti

Click here to connect!