Home / Live / Deflore + Morkobot @ INIT Club, Roma (di Daniele Latini, foto di Andrea Rossi)

Deflore + Morkobot @ INIT Club, Roma (di Daniele Latini, foto di Andrea Rossi)

DEFLORE_11175306505_lE’ una fredda serata di fine Novembre e l’INIT si trasforma in un teatro glaciale, poco avvezzo alle dinamiche compiacenti e “calde” del famigerato club posto qualche metro più in la. Per scelta palese, tendente all’autenticità della propria offerta di intrattenimento, ad aprire il concerto sono i Morkobot, band dai deliri musicali e noise prepotente, in cui le distorsioni, la potenza e la velocità del batterista lasciano poco spazio agli aspetti melodici e molto di più al ritmo e alla carica. Nonostante l’assenza di una voce, l’intera performance strumentale sembra essere apprezzata dal pubblico di appassionati presente, aprendo inoltre le danze per l’esecuzione successiva, dal carattere similare, dei Deflore.
Proprio questi ultimi, duo nato a Roma nel 2000, composto da Christian Ceccarelli (Basso, Programming, Samples e Sinth) ed Emiliano Di Lodovico (Chitarre e Synth), sprizzano sonorità industrial da tutti i pori. E non aspettatevi i Cabaret Voltaire, piuttosto possiamo parlare di un misto tra Nine inch Nails, Ministry e Godflesh, con una componente elettronica rilevante, basata su samples speech invadenti (classici per il genere), che non sfocia in arpeggi in stile EBM ma mantiene intatta la connotazione Rock, con entrambi i componenti impegnati con le chitarre distorte a dovere nel regalare il tocco melodico necessario.
L’elettronica ha sempre confini inesplorati ed i Deflore ne sanno qualcosa. La durata importante delle singole tracce scorre inMORKOBOT_11175351876_l maniera lineare grazie ai singoli elementi, sempre più numerosi in progressione.
Gli ultimi lavori della band, eseguiti in gran parte in questo concerto, richiedono una riproduzione fedele del sound ed il duo ci riesce egregiamente, con molti watt e il maggior numero di strumenti riprodotti live, unitamente all’ausilio massiccio dei loop recorders e dei sampler.
Da sottolineare l’iniziativa della Subsound Records di presentare attraverso questo live la ‘Subsound Split Series’, una collana di vinili 12″ in edizione limitata per collezionisti. La prima uscita è programmata il 02 Dicembre e vedrà ‘splittare’, appunto, i DEFLORE ed INFECTION CODE e graficamente TETSUO ed ELEPHANT MAN; il secondo numero uscirà il 6 Dicembre con lo Split tra MORKOBOT e VANESSA VAN BASTEN e graficamente tra BOB e ROBOCOP.’
La sensazione che lascia un live dei Deflore è quella che si prova dopo aver assistito al concerto di una band dalla grande esperienza musicale, sicuramente di nicchia, ma assai fruibile ed incisiva per gli appassionati del genere. Sicuramente consigliati per una glaciale serata di fine Novembre (e non solo).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Link al set di Andrea Rossi su Flickr


Commenti

Click here to connect!