Home / Live / Calibro 35 @ Blackout (testo di Mario Cordaro, foto di Simone Giuliani)

Calibro 35 @ Blackout (testo di Mario Cordaro, foto di Simone Giuliani)

_DSC2497A volte, in mezzo al nulla musicale e culturale, emergono delle vere e proprie perle: è il caso dei Calibro 35, band milanese nota per aver riproposto e riarrangiato le colonne sonore dei poliziotteschi italiani anni ’70 in una nuova veste. Giunti al quarto album Traditori Di Tutti – pubblicato l’anno scorso – la band tenta di scrollarsi di dosso l’etichetta di cover band (sia pur eccellente), proponendo un disco totalmente composto da inediti.
La preparazione tecnica del quartetto è impeccabile, risultato di lunghi studi al conservatorio; un esempio delle loro capacità è Bouchet Funk, dal loro primo disco Calibro 35, in cui ripropongono il tema del cult Milano Calibro 9 in chiave funky/jazz.
Oltre alle poche presenze (in realtà rispettabili, ma non paragonabili ad altre occasioni), si nota subito la mancanza di band in apertura.
La band sembra risentire di questo o forse della stanchezza, anche se l’intero live set è suonato con piglio settantiano con il wah wah a farla da padrone, insieme al sax e l’immancabile flauto traverso alla Jethro Tull. I cambi di tempo all’interno dello stesso tema sono frequenti, per un jazz/prog/psych/funk (definizione assurda, ma è davvero così) davvero coinvolgente e orecchiabile, pur se meno energico di altre occasioni. Grande spazio per la promozione dell’ultimo disco, con ben sei brani suonati.
Rispetto all’ultima volta in cui Relics aveva seguito i Calibro 35 – qualche mese fa – la scaletta è stata tagliata di molto, attestandosi sugli ottanta minuti. Davvero un peccato, e mi chiedo se c’entri un pubblico spento, oltre che poco caloroso. Spero di no, in quanto la sua compostezza ha permesso un concerto godibile come in poche altre occasioni e, di questo, siamo davvero soddisfatti.

Setilist:

– Mescaline 6
– Traitors
– Uh Ah Brrr
– You Filthy Bastards!
– Eurocrime
– One Hundred Guests
– Ogni Riferimento A Fatti Accaduti è Puramente Casuale
– Summertime Killer
– Annoying Repetitions
– Notte In Bovisa
– Giulia Mon Amour
– Gangster Story

Questo slideshow richiede JavaScript.


Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!