Home / News / Al Lanificio di Roma si tiene il 23 maggio il ROMA FOLK FEST 2014

Al Lanificio di Roma si tiene il 23 maggio il ROMA FOLK FEST 2014

kgdfckdg

Lanificio, Radio Rock, Gas Vintage Records e Mammooth Studio presentano

ROMA FOLK FEST 2014 – Seconda Edizione

 Venerdì 23 Maggio 2014 dalle ore 18:30 @ Lanificio in Via di Pietralata 159 A , Roma.

Ingresso  8 € + d.p. , prevendite su Vivaticket.it

ILARIA GRAZIANO e FRANCESCO FORNI con ROY PACI e VELVET BRASS, KI?,UNA, BASTIAN CONTRARIO, G.B.HUSBAND AND THE UNGRATEFUL SONS, LORENZO LAMBIASE, VINCENT BUTTER, VIVA LION!, ALESSIO BONDI’

Dopo aver aperto una finestra sulla scena folk-rock romana nel 2013, con una partecipazione di pubblico davvero sorprendente, il ROMA FOLK FEST torna ad un anno di distanza. La seconda edizione del ROMA FOLK FEST è prodotta e ospitata anche quest’anno dal Lanificio, naturale sede di incontro per linguaggi meticci e ibridazioni culturali, in collaborazione con Radio Rock, storica radio dell’etere capitolino da sempre attenta ai sommovimenti rock e folk della città, e con Gas Vintage Records di Leo Pari e Mammooth Studio. Il ROMA FOLK FEST 2014 ricalca e ibrida la formula dell’anno passato: un faro puntato sulle realtà cantautoriali più interessanti della capitale con una nuova luce sulla mutazione della la musica folk.

La Roma del songwriting che abbraccia anche la Campania e la Sicilia e raccoglie la linfa vitale della scrittura musicale del sud in un gioco di collaborazioni, riletture, rimandi o semplici occasioni di incontro. La Roma che canta ed estende il suo viaggio verso le realtà musicali del continente americano.

Torna anche il ROMA FOLK CONTEST: aperto dall’11 aprile fino all’8 maggio, sarà un’occasione per scoprire i nuovi cantautori. La giuria tecnica del contest e la successiva votazione del pubblico sui social, permetteranno al vincitore di aprire il 23 maggio il ROMA FOLK FEST.

Una giostra musicale che avrà il suo apice nella splendente collaborazione tra ILARIA GRAZIANO e FRANCESCO FORNI con ROY PACI e VELVET BRASS. La musica chiaroscurale dei due cantautori romani affonda le sue radici tanto nel roots, quanto nel blues e nel jazz, e si veste delle morbide digressioni della irrequieta tromba di Roy Paci e del ensemble composto da Stefano Olevano (corno), Giulio Rosa (basso tuba) e Giorgio Giovannini (trombone). Una sezione fiati insolita,  ideata appositamente da Roy Paci per questo lavoro di arrangiamento eseguito con Vincenzo Presta. “From Bedlam to Lenane” e “Come 2 me” di Forni e Graziano si impregnano di onirismo e atmosfere crepuscolari,  screziati dall’aria mossa da Paci e i Velvet Brass.

Ancora ibridazione con la prima assoluta dei KI?, una formazione tutta romana di vecchie eminenze e nuove conoscenze folkster. Il progetto KI?, già dal nome, sembra voler esplorare in una forma diversa i mondi di provenienza dei musicisti coinvolti.Le anime del progetto esprimono la propria energia vitale, il KI giapponese, attraverso un insieme di sonorità dal sapore rock con sottili richiami testuali a suggestioni del Sol Levante, agli Haiku e ad atmosfere spirituali ed intime tipiche del folk.

G.B.HUSBAND AND THE UNGRATEFUL SONS è un quartetto di Avellino che ha nel suo dna un equilibrato miscuglio trale malinconie di Neil Young e le visioni folk psichedeliche di John Martyn. Cantano in inglese e sono tra le più interessanti realtà del sud Italia.

Anche VIVA LION!,musicista che dell’ibridazione e del viaggio ha fatto un vero e proprio stile di vita, propone un cantautorato in inglese che si nutre tanto delle suggestioni dell’America polverosa e malinconica di Faulkner e Jason Molina, quanto del Canada dei grandi spazi, rovescio gelido e pop del country americano, che ha il suo maggior esponente in Bon Iver.

Di incontri, viaggi e contaminazioni continue è fatta anche la carriera di UNA, al secolo Marzia Stano, cantautrice romana dalla spiccata personalità musicale. Il suo suono sanguigno e potente miscela sapientemente elementi della tradizione musicale folklorica italiana a paesaggi sonori rock wave scuri e imprevedibili.

Si vira a sud con il duo campano dei BASTIAN CONTRARIO composto da Fausto Tarantino e Salvatore Prezioso. Il loro folk-pop-rock minimalea tratti esplode letteralmente in una meravigliosa festa di archi, chitarre elettriche e melodia. Un suono maestoso e originale, figlio della profonda ibridazione tra generi nel suono degli anni duemila.

LORENZO LAMBIASE è invece un cantautore romano dalla forte impronta indie-rock di matrice Afterhours, in uscita nel 2014 con una serie di singoli nuovissimi più legati al mondo dell’elettronica e della sperimentazione.

Infine VINCENT BUTTER, un adorabile duo di folksters romani che si descrivono perfettamente con le loro stesse parole come “confetture folk per anime burrose”. Una formula perfettamente integrata in quella che è la filosofia del RFF. Il passaggio dell’idioma dall’italiano, all’inglese allo spagnolo e un pop folk minimalissimo e dolcissimo che tocca con spensieratezza quasi naïve la scuola tropicalista, i Kings of Convenience e Nick Drake. Più ibridati di così si muore.

Di ritorno sul palco del ROMA FOLK FEST, la poetica primordiale e surreale di  ALESSIO BONDI’ vincitore del contest 2013.


Commenti

Click here to connect!