Home / News / Giovedì 22 maggio c’è LA GRANDE NOTTE BOMBA DISCHI al Circolo degli Artisti

Giovedì 22 maggio c’è LA GRANDE NOTTE BOMBA DISCHI al Circolo degli Artisti

boxerinclublight_zps39969c2e

GIOVEDI’ 22 MAGGIO – LA GRANDE NOTTE BOMBA DISCHI (Ingresso 7 euro / 5 euro ridotto in lista fb)

 

19:00 Adriano Viterbini
20:00 il reading di Capra dei Gazebo Penguins (insieme a Sollo dei gazebo e Daniele dei ThreeLakes)

+ Cena e apertivo con LE PIZZE DI CAPRA

PALCO PRESIDENTE (mainstage)
21:30 Primo Secret Show (Next Bomba Release)
22:00 Bamboo
22:50 Boxerin Club feat VERY SPECIAL GUEST Marco Fasolo dei Jennifer Gentle
00:00 Sadside Project (presentazione nuovi brani)
00:50 Ultimo Secret Show (Next Bomba Release)

EL FEDERAL STAGE (second stage)
22:20 Piano For Airport
23:40 Youarehere
00:30 Departure ave.

La fantastica etichetta Bomba Dischi festeggia i suoi due anni di attività con una serie infinita di concerti e performace dalle 19 fino a tarda notte: 8 band, 3 palchi, 2 secret show, aperitivo/cena e area merch&game!

ADRIANO VITERBINI

Nasce il 15/8/79 a Marino(RM) e vive a Roma. L’approccio alla musica inizia da bambino; prende lezioni di pianoforte per 5 anni per passare successivamente alla chitarra elettrica ed acustica. Profonda e caratteristica è la passione per il Delta blues, il rock-funk e la musica alternativa; generi musicali che approfondisce prevalentemente da autodidatta durante il suo percorso di studio negli anni del liceo. Alla passione per la chitarra elettrica, acustica, slide, si affianca quella per altri strumenti come i sintetizzatori, gli ominchords e per i computers e la registrazione. Nel 2000 comincia a suonare nel circuito musicale romano con diverse formazioni affiancando artisti o come frontman. Nel giro di pochi anni si impone come uno dei chitarristi più completi e personali della scena italiana ispirato dal blues del delta Mississippi, da Ry Cooder, dal rock più stoner e dal pop più nobile. Il suo disco d’esordio (Goldfoil, Bomba Dischi 2013) è stato un grande successo di pubblico e critica ed è stato ristampato anche in USA nel gennaio 2014.

RACCONTI DELLA MONTAGNA

“Racconti dalla Montagna” dura al massimo 40 minuti, e fondamentalmente ci sarà Capra (Gazebo Penguins) che legge due o tre racconti di robe che gli sono capitate là dove vive lui, tipo la storia delle sue galline o di quando è rimasto bloccato in casa dalla neve e ha scavato un tunnel di 580 metri, mentre Daniele (Three Lakes) e Sollo (Gazebo Penguins) suoneranno, tra le altre cose, un cuscino e una sega. Tendenzialmente fa ridere.

PALCO PRESIDENTE

Per primi e per ultimi i due nuovissimi gruppi Bomba Dischi che verranno svelati solo sul palco! Poi:

BOXERIN CLUB feat VERY SPECIAL GUEST

I Boxerin Club si formano come gruppo nell’inverno 2010 e sono un perfetto mix di indierock, world music e ritmiche selvagge. Sul palco sono come schegge impazzite e dopo solo un anno di attività live arrivano a suonare in tutti i più importanti club romani e vengono scelti dalla rivista inglese NME per il suo special party (Club NME). Nel marzo 2012 entrano in studio dando vita al loro primo EP Tick Tock (Here It Comes) prima uscita discografica di Bomba Dischi. L’EP riscontra un grande successo di critica e pubblico con passaggi su Radio Rai 2, Radio Rock, incrementando il pubblico al loro seguito mentre anche Rolling Stone si accorge di loro. I cinque romani partono in un tour che toccherà tutta l’Italia nei suoi indie club più importanti (su tutti Circolo degli Artisti, Covo Club e Magnolia), vengono chiamati ad aprire gli inglesi Egyptian Hip Hop e i Vadoinmessico. Festeggiano un anno di “Tick Tock (Here It Comes)”, ormai andato SOLDOUT, con la vittoria regionale di Arezzo Wave Festival 2013 e XL di Repubblica li sceglie per esibirsi al Music Italy Show 2013. Ad Ottobre volano a New York grazie ad Arezzo Wave e Sonicbids per esibirsi alla CMj Music Marathon. La giovanissima band è composta da Matteo Iacobis, Matteo Domenichelli, Francesco Aprili, Gabriele Jacobini e Edoardo Impedovo. A Gennaio è uscito il loro primo lavoro sulla lunga distanza, Aloha Krakatoa, il cui tour è arrivato fino a 35 date in 3 mesi.

SADSIDE PROJECT

 I Sadside Project sono Gianluca Danaro e Domenico Migliaccio. Nel 2009 vanno in Toscana a vincere il Rock Contest e firmano per Jestrai che nel 2011 dopo anni torna a produrre un disco per questi due romani con la testa e il cuore al garage blues d’oltreoceano. Parte il tour di Fairy Tales e l’Italia inizia ad accorgersi di loro, iniziano aprendo le 10 date italiane del tour di Joe Lally dei Fugazi, per poi essere invitati dai Verdena ad aprire due delle date più importanti del loro Wow tour, a Firenze e Roma. Suonano in giro per lo stivale con Roberta Sammarelli al basso e a fine 2012 entrano in studio per il nuovo album. Nel gennaio 2014 esce Winter Whales War (Bomba Dischi) che la band porta in un lungo tour italiano che va dal MI AMI Festival all’Auditorium di Roma. Attualmente sono in studio a registrare nuovi brani che suoneranno per la prima volta alla Notte della Bomba.

BAMBOO

L’idea di formare i Bamboo è di Luca Lobefaro che nel 2008 raduna i musicisti più validi di un suo laboratorio di strumenti extra-musicali per continuare il lavoro di ricerca sonora con una vera e propria band. Lo scopo è quello di creare musica con strumenti “alternativi” del tutto lontani da quelli tradizionali, oggetti comuni della vita di ogni giorno. La formazione attuale include Luca Lobefaro, Massimo Colagiovanni, Valentina Pratesi, Davide Sollazzi e Claudio Gatta che si delinea nel 2010.

EL FEDERAL STAGE

 YOUAREHERE

 YOUAREHERE è una band elettronica nata a Roma nel 2011, formata da Andrea Di Carlo, Claudio Del Proposto e Patrizio Piastra. Il suono del gruppo è caratterizzato da ossessive ritmiche glitch, avvolgenti atmosfere elettroniche e coinvolgenti crescendo melodici. Debuttano nel dicembre del 2011 con As When The Fall Leaves Trees (51beats) un album di 9 tracce dove propongono brani dai ritmi frenetici, loop ossessivi, voci in reverb e sognanti melodie di piano. Ad Aprile 2013 esce il loro ep Primavera, per l’etichetta romana Bomba Dischi, succulento antipasto in vista del nuovo disco a cui il trio sta lavorando. La performance live di YAH è caratterizzata da visuals cinematici dalle immagini suggestive e da un suono senza pause in continua trasformazione, che a tratti culla con atmosfere ambient post-rock fino ad esplodere con ritmiche incalzanti e distorte.

DEPARTURE AVE.

 I Departure Ave. nascono nel Luglio 2012 in un box di Roma. In sei mesi scarsi di prove ed improvvisazioni la band matura l’idea di un disco, un live in studio, registrato e missato dai membri del gruppo. ‘All the Sunset in a Cup’ – messo immediatamente in condivisione libera e in download gratuito – ottiene subito un buon riscontro, portando la band ad esordire dal vivo a ‘La Tua Fottuta Musica Alternativa’, una delle migliori rassegne di musica emergente del panorama nazionale, e a ricevere entusiastiche recensioni dagli addetti ai lavori. Nel 2014 la band raggiunge la finale di Arezzo Wave Lazio e si affarma definivitamente come una delle realtà emergenti più affascinanti del panorama cittadino e italiano.

PIANO FOR AIRPORT

Lorenzo Lupi, Massimo Pastori, Stefano Bernardini ovvero Piano for Airport. E’ l’estate del 2007 quando nella confortevole provincia romana, insieme a Marco Reda, batterista con cui il progetto è nato e cresciuto, inizia a prendere forma l’idea di musica che ha questo gruppo; musica che prende le mosse da quello che il post-rock ha gettato oltre il confine degli anni ‘00, musica che trova nell’elettronica e nella contaminazione digitale il suo punto di svolta, capace di creare atmosfere avvolgenti, rarefatte, a tratti languide e inquietanti, di sicuro efficaci. L’ultima fatica adesso si chiama EYHO, prodotto e distribuito dalla romana Bomba Dischi, uscito il 9 Dicembre. Cinque tracce con le quali il gruppo torna a proporre nuovo materiale a distanza di quasi due anni, cinque tracce in cui tutta l’esperienza accumulata in questo periodo prende forma in un suono tagliente e sintetico che si deposita, ancora una volta, ancora con più raffinatezza, negli spazi che si aprono tra il rock e l’elettronica.


Commenti

Click here to connect!