Home / Dischi / Tony Borlotti e i suoi Flauers – Aperitivo da Tony (Jaguar, 2014) di Stefano Capolongo

Tony Borlotti e i suoi Flauers – Aperitivo da Tony (Jaguar, 2014) di Stefano Capolongo

"Life goes on day after day. Hearts torn in every way. So ferry 'cross the Mersey 'cause this land's the place I love and here I'll stay". E' il 1965 e la band Gerry & The Pacemakers faceva innamorare una generazione di inglesi sulle note di "Ferry cross the Mersey". A Liverpool la musica beat stava esplodendo di pari passo con la presa di coscienza e l'emancipazione dei giovani del tempo che guardano con occhi sempre più coinvolti la guerra in Vietnam, la rivoluzione culturale in Cina e la rivoluzione Boliviana. E in Italia? A Roma nello stesso anno…

Score

CONCEPT
ARTWORK
POTENZIALITA'

Conclusione : Vintage flauers

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

download“Life goes on day after day. Hearts torn in every way. So ferry ‘cross the Mersey ‘cause this land’s the place I love and here I’ll stay”. E’ il 1965 e la band Gerry & The Pacemakers faceva innamorare una generazione di inglesi sulle note di “Ferry cross the Mersey”. A Liverpool la musica beat stava esplodendo di pari passo con la presa di coscienza e l’emancipazione dei giovani del tempo che guardano con occhi sempre più coinvolti la guerra in Vietnam, la rivoluzione culturale in Cina e la rivoluzione Boliviana. E in Italia? A Roma nello stesso anno pare lo storico Piper, locale che avrebbe ospitato la creme della canzone italiana a non per moltissimi anni. Anche dalle nostre parti il beat comincia a divenire una realtà, guidato da ensemble come Equipe 84, Dik Dik, I Corvi, i Ribelli. Le note e le parole delle loro canzoni sono entrate nel nostro patrimonio nazionale e ad ancora oggi pochissimi non conoscono i brani più famosi. Con un salto degno di Fosbury arriviamo direttamente al 2013, anno di uscita di Aperitivo da Tony, l’EP di cui ci aggiungiamo a parlare. La formazione risponde al nome di Tony Borlotti e i suoi Flauers e già questa prima tip esplica la premessa di cui sopra. Quattro tracce di puro beat italiano in cui la band, guidata appunto da Tony Borlotti, rievoca con verve da vendere i meravigliosi anni sessanta. Non siamo di fronte ad un opera prima, il sound cristallino non mente, ma di fronte ad una band navigata e attiva dal lontano 1995. Nati come coverband italian-beat, questi cinque meravigliosi salernitani (Vincenzo Criscuolo-batteria, Mick Coppola-chitarra solista e voce, Johnny Dago-basso e voce, Gabriele di Capri-organo e voce, Tony Borlotti-voce e chitarra) arrivano al quinto lavoro in studio, sfornando quattro brani che riportano in vita non solo il sound puramente beat di quegli anni virando dallo stivale sino ad Albione (Rokes, Turtles, Yarbirds, Equipe ’84, Beatles) ma anche quell’atmosfera scanzonata e sgangherata che si poteva respirare nei locali sessantini. Non ho colpa, Anna, Droga, Aperitivo da Tony: 12 minuti circa per renderci conto del valore di una band che si colloca tra le migliori in assoluto per quanto riguarda il beat, sia per esecuzione sia per creazione. Mettete Aperitivo da Tony sul piatto, alzate il volume e godetevi il vostro aperitivo vintage.
Avanti così.

Tracklist:

1. Non ho colpa
2. Anna
3. Droga
4. Aperitivo da Tony


Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!