Home / Dischi / Alessandro Grazian – L’età più forte (Autoprodotto, 2015) di Luca Scarfidi

Alessandro Grazian – L’età più forte (Autoprodotto, 2015) di Luca Scarfidi

Nato come un'autoproduzione supportata da una campagna di raccolta fondi sul noto portale MusicRaiser, l'ultimo lavoro di Alessandro Grazian è L'età più forte. Un album un po' altalenante in effetti: le influenze sono tantissime e vanno dal pop italiano più classico, l'alternative stile Afterhours (non a caso nell'album ha collaborato Rodrigo D'Erasmo, violinista proprio degli Afterhours e Antonio Cupertino, collaboratore dei Verdena) con qualche spruzzata di indie rock alla Tre Allegri Ragazzi Morti. Il risultato è un cantautorato intelligente, raffinato e colto ma a tratti incerto. Alcuni brani suggeriscono una potenza narrativa e musicale assolutamente importante, vedi Lasciarti Scegliere, che intreccia una voce grintosa, violenta…

Score

CONCEPT
ARTWORK
POTENZIALITA'

Conclusione : Sapiente

Voto Utenti : 2.82 ( 3 voti)

10420250_10152966695186718_9221731618716486042_nNato come un’autoproduzione supportata da una campagna di raccolta fondi sul noto portale MusicRaiser, l’ultimo lavoro di Alessandro Grazian è L’età più forte. Un album un po’ altalenante in effetti: le influenze sono tantissime e vanno dal pop italiano più classico, l’alternative stile Afterhours (non a caso nell’album ha collaborato Rodrigo D’Erasmo, violinista proprio degli Afterhours e Antonio Cupertino, collaboratore dei Verdena) con qualche spruzzata di indie rock alla Tre Allegri Ragazzi Morti. Il risultato è un cantautorato intelligente, raffinato e colto ma a tratti incerto.

Alcuni brani suggeriscono una potenza narrativa e musicale assolutamente importante, vedi Lasciarti Scegliere, che intreccia una voce grintosa, violenta con una traccia very powerful: chitarre distorte, sprazzi di elettronica e percussioni afro. E’ un pezzo con i fiocchi. E si può dire altrettanto di Corso San Gottardo, brano diverso dal sopracitato, ma cionondimeno intenso. Senza dimenticare La meglio volgarità. Ma a questi brani che non si fatica a definire ‘piccole perle’ si alternano altri momenti musicali di livello inferiore, tanto contenutisticamente quando ad emozioni suggerite all’ascoltatore. Si tratta di brani più easy, meno impegnati, troppo spensierati e divertenti per poter convivere a fianco delle così definite piccole perle. Brani come La risposta e Anastasia spezzano il cd in due metà, entrambe valide e altresì solide. In vero questi due brani sono semplicemente un in più che nulla aggiunge a L’età più fortema certo lo ridimensiona. Attenzione, questo lavoro è ben fatto e Alessandro Grazian conferma di essere uno dei cantautori forse più completi ora in circolazione; non è da tutti spaziare fra generi così diversi mantenendo un livello medio decisamente alto.

Quindi noi di Relics ci troviamo qui ora a ringraziare l’autore per questo lavoro che impreziosisce la sua produzione, ma anche, per una volta, tutti le persone che hanno reso possibile questo progetto con la loro generosa donazione. Un album che lascia il sorriso dunque, certo quelle due canzoni…

.

Tracklist:

01. L’età più forte
02. Satana
03. Lasciarti Scegliere
04. Corso San Gottardo
05. La risposta
06. Anastasia
07. La meglio volgarità
08. Se io fossi una band mi scioglierei
09. Quasi come me
10. Noi Noi Noi


Commenti

Click here to connect!