Home / Dischi / Slaves Of Love And Bones – Real Fake Music (I Make Records, 2015) di Francesco Sermarini

Slaves Of Love And Bones – Real Fake Music (I Make Records, 2015) di Francesco Sermarini

Difficile parlare di questo Real Fake Music, primo ep del gruppo alternative di Avellino Slaves Of Love And Bones sotto l’etichetta I Make Records. Difficile perché subito dopo l’ascolto si rimane totalmente spiazzati dalla freddezza che aleggia per tutta la durata del lavoro. I synth e i suoni elettronici creano melodie distaccate, non facili da digerire al primo ascolto, che fanno da accompagnamento ai temi trattati dalla band, ovvero l’integrazione del digitale nella vita di tutti i giorni con un conseguente cambiamento dei rapporti con altri esseri umani. Le tracce che compongo il lavoro sono una continua ricerca di…

Score

Concept
Artwork
Potenzialità

Conclusione : Synth mon amour

Voto Utenti : 3.93 ( 2 voti)

1446910Difficile parlare di questo Real Fake Music, primo ep del gruppo alternative di Avellino Slaves Of Love And Bones sotto l’etichetta I Make Records. Difficile perché subito dopo l’ascolto si rimane totalmente spiazzati dalla freddezza che aleggia per tutta la durata del lavoro.

I synth e i suoni elettronici creano melodie distaccate, non facili da digerire al primo ascolto, che fanno da accompagnamento ai temi trattati dalla band, ovvero l’integrazione del digitale nella vita di tutti i giorni con un conseguente cambiamento dei rapporti con altri esseri umani.

Le tracce che compongo il lavoro sono una continua ricerca di sperimentazione, toccando vari lidi differenti tra di loro come il pop, l’elettronica e il rock. L’esempio migliore è la finale This Is Paradox, canzone che mischia al meglio tutte le sfaccettature toccate dalla band.

Altra colonna portante di Real Fake Music è la voce di Luca Criscuoli, perennemente effettata, che fa da ottimo accompagnamento alle cupe parti strumentali.

I SOLAB si dimostrano una band già matura, capace di creare inserimenti elettronici per niente banali e molto atmosferici. Si spera però in prossimi lavori capaci di coinvolgere di più l’ascoltatore, desiderio che molto probabilmente si realizzerà.

Traclist:

  1. Everyday (cover di Buddy Holly)
  2. Answers
  3. Show
  4. A Final Solution
  5. Inside
  6. The Endless And Beautiful Forms
  7. This Is A Paradox


Commenti

Click here to connect!