Home / News / Moon in June: la seconda edizione è dedicata a Robert Wyatt

Moon in June: la seconda edizione è dedicata a Robert Wyatt

Domenica 26 giugno 2016, 19.30
Isola Maggiore, Tuoro sul Trasimeno – Lago Trasimeno, Perugia
nell’ambito della rassegna Moon in June
“L’Isola di Wyatt”
con POST CSI (Francesco Magnelli, Massimo Zamboni, Giorgio Canali, Ginevra Di Marco)
e con Cristina Donà, Brunori Sas

Prevendita dei biglietti prossimamente su www.ticketitalia.com
Biglietti: 15 €

L'Isola di Wyatt - Marco Zuccaccia photo IMG_6003

Al via la seconda edizione di Moon in June in programma all’Isola Maggiore il 25 e 26 giugno 2016. La prima edizione di Moon in June ha visto come grande protagonista Vinicio Capossela che è stato anche direttore artistico della kermesse. Quest’anno si renderà omaggio a Robert Wyatt, presidente onorario della Fondazione oltre che ispiratore del nome della stessa manifestazione (Moon in June è infatti il titolo di un suo celebre brano).

Domenica 26 giugno (ore 19.30, biglietto 15 euro, prevendite su Ticket Italia), insieme per uno spettacolo unico ed ideato proprio per l’occasione dal titolo “L’Isola di Wyatt” si ritroveranno alcuni componenti degli ex Csi (Consorzio Suonatori Indipendenti), una delle band più influenti della storia della musica italiana. Francesco Magnelli, Massimo Zamboni, Giorgio Canali, Ginevra Di Marco saranno al fianco di altri grandi protagonisti della scena musicale come i cantautori Brunori Sas e Cristina Donà.

L'Isola di Wyatt - Marco Zuccaccia photo IMG_5907
Sarà quindi un concerto che prenderà il via dai bagliori delle ultime luci del giorno, liberamente ispirato e tratto dal disco THE DIFFERENT YOU, ROBERT WYATT E NOI, prodotto dallo stesso Magnelli, insieme a Gianni Maroccolo, per il Consorzio Produttori Indipendenti alla fine degli anni ‘90. Un disco corale dove un numero nutrito di artisti della scena italiana reinterpretarono le canzoni di Robert Wyatt riarrangiandole secondo il loro stile e la loro personale storia. Un disco che Wyatt accolse con molto piacere, tanto da regalare una versione cantata in italiano di “Del mondo”, canzone simbolo dei Csi (Consorzio Suonatori Indipendenti). Sull’Isola Maggiore si cercherà quindi di ripetere la magia di quel lavoro, ma non mancheranno le sorprese.

L'Isola di Wyatt - Marco Zuccaccia photo IMG_1272
Il giorno prima, sabato 25 giugno (ingresso gratuito), altri suoni e contaminazioni arriveranno dall’Isola Maggiore: prima, intorno alle 18, con una performance curata da dj Ralf che omaggerà Moon in June con una sua preghiera sonora psichedelica studiata per l’occasione e poi, dalle 19.30, con il concerto Morbid Dialogues (morbosi dialoghi) di Alessandro Deledda (pianoforte, fisarmonica e arrangiamenti) e la Piccola Orchestra Moon in June messa insieme per l’occasione (Peppe Stefanelli alle percussioni, Alberto Argirò alla batteria, Stefano Tofi alle tastiere e ai sintetizzatori) accompagnati da ospiti speciali come Ares Tavolazzi, contrabbasso, Gianluca Petrella, trombone e live elettronics, e Francesco Bearzatti, sax e clarinetto. Un assaggio è stato dato al termine della conferenza stampa di presentazione della manifestazione a cui l’ultima immagine di riferisce. La direzione artistica di questo progetto è di Deledda. I musicisti dialogheranno fra loro a contatto con il pubblico e il paesaggio circostante, lasciando ampio spazio alla bellezza musicale e all’evoluzione melodica ispirata dalle suggestioni dell’Isola Maggiore.

Moon in June – Isola Maggiore
imbarco consigliato da Tuoro sul Trasimeno, Perugia
www.fondazionesergioperlamusica.it


Commenti

Click here to connect!