Home / Interviste / Stone Dead – Il nuovo rock portoghese

Stone Dead – Il nuovo rock portoghese

Quella degli Stone Dead è una delle più classiche storie: 4 amici che amano il rock, che lo suonano nei pomeriggi, nel garage di casa, e che sognano di vivere di musica. João Branco, Bruno Monteiro, Jonas Gonçalves, Leonardo Batista, vengono da una cittadina chiamata Alcobaça, poco distante da Coimbra, e che inizialmente si dedicano maggiormente alle cover rock. E’solo a partire dal 2012 che nascono ufficialmente come gruppo, cominciando a comporre i loro primi pezzi che troveranno vita nel loro primo album del 2014 The Stone John Experience. A loro piace il rock puro e duro, quello che ti colpisce all’anima.

“Questa grande passione per il rock&roll ci ha unito – ci dice Bruno – in breve siamo passati dalle cover a comporre le nostre canzoni, e abbiamo partecipato a vari contest di musica punk-rock portoghese avendo un ottimo riscontro”.

I 4 ragazzi si sono ispirati fin dall’inizio a una delle band rock più importanti e apprezzate qui in Portogallo, i Censurados, ma anche a pilastri musicali come The Who, Stooges, e i Beatles.

E’ João a rispondere alla nostra domanda, perché la scelta di cantare in inglese e non nella loro lingua. “Sono orgoglio del mio paese – ci dice – ma l’inglese è la lingua del rock. Le sonorità, la facilità di composizione, sono differenti rispetto al portoghese, non sto dicendo che la mia lingua non si presta, ma il rock è in inglese”.

Leonardo aggiunge però che non escludono in futuro di comporre le loro canzoni anche nella loro lingua madre.

Gli Stone Dead hanno avuto già l’opportunità di farsi conoscere nel nostro paese, in Aprile, suonando a Trieste e Chiaravalle (provincia di Ancona), e hanno avuto  parole speciali per il pubblico italiano: “Penso che l’audience è molto simile a quella portoghese – ci dice Bruno -; il pubblico è sempre allegro, coinvolgente, interagisce tantissimo. Abbiamo adorato suonare in Italia e speriamo di ritornarci presto”. In attesa di riaverli di nuovo nel nostro paese, senza dubbio gli auguriamo tutta la fortuna possibile in questo loro cammino alla conquista del rock!


Commenti

Click here to connect!