Home / Interviste / Arcane Roots – intervista a cura di Laura Dainelli

Arcane Roots – intervista a cura di Laura Dainelli


Gli Arcane Roots si esibiranno il prossimo 30 settembre al Legend Club di Milano all’interno della programmazione del Rock In Park
La band, di nuovo on the road in occasione dell’uscita del nuovo album Melancholia Hymns, prevista per il prossimo 15 settembre per Easy Life/Red Essential, ha acconsentito a rispondere ad alcune nostre domande a cura di Laura Dainelli


Ciao, siamo qui pronti ad essere coinvolti nei dettagli più insoliti che riguardano gli Arcane Roots e sul loro percorso artistico. Ringraziamo in anticipo la band per il loro interesse e la loro gentilezza.

Mi sento (senza possibilità di fallire!) di introdurre la vostra band come il debutto più significativo negli ultimi dieci anni. La prima impressione che si ha ascoltando la vostra musica è di star ascoltando qualcosa di nuovo oltre che affascinante. E tutti ci aspettavamo qualcosa di nuovo. Sono abbastanza curiosa di sapere quali sentimenti vi portino a comporre una canzone e in quali momenti della vostra vita è successo.

Non esiste una formula concreta di come scriviamo pezzi. Che si tratti di una melodia, di accordi, di un tamburo, di una parte di basso o di un mood che vogliamo evocare, l’iter è sempre diverso. Ad esempio Off The Floor è un pezzo che abbiamo iniziato con la parte della chitarra. Durante il periodo in cui  è stato scritto il brano, ci sono stati molti cambiamenti nel mondo, la Brexit per esempio, e sembravano avere tutti connotazioni negative. Il testo di Off The Floor, infatti mostra questa negatività e i nostri sentimenti nei confronti di ciò.

Quello che mi ha più impressionato è il mix tra i vostri riff di puro hardcore e gli altri, che sono molto più malinconici e “classici”. Cosa sperate di far sentire ai vostri fan? Ci sono messaggi universali che vi piacerebbe comunicare con la vostra musica o pensate che sia qualcosa di più “privato” e personale?

Penso che ciò che la gente senta nella musica sia una cosa molto personale. Quello che una persona potrebbe provare o sentire nella nostra musica non è necessariamente ciò che qualcun altro potrebbe ottenere dalla stessa. Ma se possiamo far ottenere a chiunque una reazione emotiva con la nostra musica, questa è una buona cosa. Non credo che ci siano davvero messaggi più ampi che stiamo cercando di trasmettere con la nostra musica, ma siamo sicuramente aperti sui temi e sui soggetti di cui che scriviamo.

Qual è la vostra opinione sulla realtà musicale contemporanea? Credete che i suoni che hanno generato la musica rock siano ancora vivi o sono stati superati da qualcosa di diverso e più tecnologico, come ad esempio l’uso di sintetizzatori e suoni elettronici? Più in generale, pensate che la tecnologia sia uno strumento utile per comporre la musica o meno? Quale rapporto avete con ciò?

Noi pensiamo che la musica rock sia ancora viva e spacchi. Il grande successo dei Royal Blood per esempio, dimostra che la musica rock è ancora popolare. Ma è anche importante sapersi distinguere. Enter Shikari sono una banda significativa che ha un suono molto personale che incorpora elementi elettronici. Noi abbiamo cercato di premere l’acceleratore sull’elemento elettronico e combinarlo con la nostra musica. La tecnologia ha cambiato il modo in cui la musica viene scritta e registrata. Per noi è molto importante. Poter scrivere le nostre demo e canzoni in casa ha reso possibile l’uscita del nostro ultimo lavoro.

Pensate che sia diverso essere un solista in confronto all’essere parte di una band? Cosa pensate del “valore aggiunto” dell’essere membro di una band? Intendo sia dal punto di vista artistico che umano.

Essere parte di una band è molto diverso dall’essere un solista. Essere parte di una band significa avere un apporto più ampio nel processo creativo. Ognuno di noi ha diversi gusti musicali, quindi abbiamo un più grande bacino di influenze da cui attingere. Significa anche dover condividere i lati positivi e le negativi di essere un musicista di professione, cosa che rende più facile il processo.

Vi preghiamo di comunicarci i prossimi eventi e il tour che vi vedrà protagonisti. Saremo lieti di continuare a seguirvi ed ascoltarvi.

Completeremo il nostro tour europeo il 3 ottobre, poi iniziano la tranche inglese il 5 di quel mese. Abbiamo alcune idee speciali in fase di sviluppo, ma non possiamo condividerle con voi per adesso, quindi basta continuare a seguirci!


Hello, here we are, ready to be involved in unusual details about who are the Arcane Roots and about their artistic path. We thank in advance the band for their interest and their kindness.

 I dare (without possibility of failing!) to introduce your band as the most significant between the debuting ones in the last ten years. The first impression listening to your music is listening to something new beside than charming. And we all were waiting for something new.  I’m pretty curious to know what kind of feelings brought you to compose a song and in which moments of your life that happened.

 There isn’t really a set formula of how we write songs. Whether it’s a melody, chords, a drum part, a bass part or even a mood that we want to evoke, it’s always different. An example being Off The Floor which started with the guitar part. During the time it was written there were a lot of changes happening in the world, brexit for instance, that all seemed to have negative connotations. The lyrics to Off The Floor show this negatively and our feelings towards this time.

What impressed me more is the mix between your pure hardcore rock ri and the other ones, that are much more melancholic and “classic”. What do you hope to make feel to your followers? Are there any universal messages you would love to communicate with your music or do you consider music as something more “private” and individual tool? 

I think what people get from music is a very individual thing. What one person might gain or feel from our music is not necessarily what someone else might get from it. But if we can make anyone get an emotional reaction from our music, that’s a good thing. I don’t think there are really any wider messages we are trying to convey with our music but we are definitely open about the themes and subjects of what we do write.

What’s your opinion about contemporary reality for musicians? Do you believe that the sounds that generated rock music are still alive or are they getting overcome by anything dierent and more technological as for example the use of synths and electronical sounds? More generally, do you consider technology a precious tool in composing music or not? Which relationship do you have with it?

I think rock music is still alive and kicking. The mainstream success of Royal Blood for example, showing that rock music is still popular. But it’s important to be different too. Enter Shikari are a massive band that have a very individual sound incorporating electronic elements. We have tried to put our own spin on the electronic element and combining it with our music. Technology has changed the way music is written and recorded. For us it’s very important. Writing demos and songs at home made our recent record possible.  

Do you consider dierent being a musician on your own comparing with being a part of a band? What do you consider the “added value” of being a member of a band? I mean from both artistic and human point of view.

 Being part of a band is very different from being a singular musician. Being part of a band means that you have a wider input into the creative process. We each have different tastes in music so we have a larger pool of influences to choose from. It also means we get to share the positives and the negatives of being a working musician, which makes the process easier.

Please tell us next events and tour which you are involved in. We would be honored to keep following and listening to you anywhere.

So we complete our European tour on the 3rd of October then we begin the UK leg on the 5th till later that month. We do have some special ideas in the pipeline but can’t share those with you quit yet, so just watch this space!!

 

 


Commenti

Click here to connect!