Home / Dischi / The Contortionist – Clairvoyant (eOne Music, 2017) di Francesco Sermarini

The Contortionist – Clairvoyant (eOne Music, 2017) di Francesco Sermarini

Se si ascolta il debutto ‘Exoplanet’ dei The Contortionist e, subito dopo, si passa a questo Clairvoyant risulta difficile credere che sia la stessa band. Eppure il gruppo americano, partendo da un Deathcore melodico e tecnico, è maturato, diventando uno dei gruppi di punta per quanto riguarda la nuova scuola Prog Metal. Questa loro importanza è dovuta soprattutto grazie al loro precedente ‘Language’, disco che rappresenta il passato e il futuro della musica progressiva.

Clairvoyant è l’evoluzione di ‘Language’, infatti il sound del disco precedente viene ulteriormente solidificato e maturato. Continui suoni ambientali da film sci-fi si mischiano a pompose chitarre, ma a questo giro vengono abbandonate le sfuriate Deathcore, ampliando le strutture dei pezzi sovrapponendo continui e diversi arrangiamenti e melodie particolarmente aperte. Nonostante i brani proposti risultino particolarmente complessi da decifrare nella loro interezza, i The Contortionist riescono ad essere molto orecchiabili, grazie sia a diverse armonie che difficilmente vi si staccheranno dalla testa, ma grazie anche alla voce di Micheal Lessard, il quale, in questa fatica, usa esclusivamente una voce in pulito che si unisce perfettamente all’universo sonoro creato del gruppo, anche se utilizza in continuazione le stesse linee vocali per tutta la durata del Lp.

Potrebbe risultare un more of the same, ma in realtà Clairvoyant è un disco che rappresenta l’ulteriore maturità di un gruppo che ha molto da offrire. Il viaggio musicale proposto dai nostri quest’anno è molto godibile nei suoi tempi dispari e melodie oblique, anche se per comprenderlo a pieno sarà necessario ascoltarlo più volte. Non ci sarà l’effetto sorpresa, ma difficilmente non vi appassionerà.

Tracklist:

  1. Monochrome (Passive)
  2. Godspeed
  3. Reimagined
  4. Clairvoyant
  5. The Center
  6. Absolve
  7. Relapse
  8. Return to Earth
  9. Monochrome (Pensive)


Commenti

Click here to connect!