Home / I Big di Relics / Joe Victor – Night Mistakes (Bravo Dischi, 2017)

Joe Victor – Night Mistakes (Bravo Dischi, 2017)

Dance, funky, pop-rock e sigle dei cartoni animati anni ’80. Quello che i Joe Victor ci presentano con Night Mistakes, loro secondo album, è una personale fusione tra questi vari generi musicali. Per togliere da subito ogni dubbio l’album si apre con Disco Folk Genial: chi conosce il cartone animato Daytarn III non può non sentire una certa assonanza tra questo brano (cantato in varie lingue) e la sigla del suddetto cartone. E dico ciò senza voler sminuire minimamente il loro lavoro, anzi. Infatti, che i Joe Victor siano un gruppo eclettico, ce lo conferma già la seconda canzone, Superstar: un mix tra il Bowie glam e il pop più orecchiabile, con una strizzatina d’occhi ai Bee Gees. Questa vena “disco-paillettes” percorre le prime tracce dell’album restituendo però un lavoro ben fatto che oscilla tra l’ironico e lo scanzonato. Il quarto brano, Goldenation, ci apre alla loro anima più folk. Un folk, però, di matrice orientaleggiante che in un certo senso va a braccetto con i Gipsy King. Charlie Brown, sesta traccia di Night Mistakes ci riporta di nuovo alle pure atmosfere dance anni ’80, quelle in cui non manca la vena malinconica che però sparisce al momento del ritornello. Ogni canzone sembra raccontare attraverso immagini evocative una storia surreale, come risulta evidente nel caso di Freaks e Goombay Drums. La prima parte con sonorità da California anni ’60 per trasformarsi velocemente in una cavalcata Dance stile cartone animato giapponese. Nella seconda, invece, sembra di sentire Bowie che canta la sigla di un film di pistoleri messicani. É impossibile definire con una qualsiasi etichetta questo album così particolare e così differente dal primo Blue Call Pink Riot dalle sonorità nettamente più rock. Night Mistakes sembra come un concentrato delle differenti influenze musicali che hanno strutturato il bagaglio musicale di ogni membro dei Joe Victor. Un mix tra le sonorità dell’infanzia e quelle dell’adolescenza, riviste però attraverso gli occhi di ragazzi di 30 anni. Da questo punto di vista, un lavoro così particolare, non può che scatenare due sensazioni inconciliabili: o lo ami o lo odi.

Tracklist

1) Disco Folk Genial

2) Superstar

3) Night Music 1988

4) Goldenation

5) The Way of Love

6) Charlie Brown

7) Freaks

8) Goombay Drums

9) Vanities

10) Bye Bye Eleonore Rose

 

Artwork: 65

Potenzialità: 60

Concept: 55

In una parola: Kenshiro (non so che metterci!!)


Commenti

Click here to connect!