Home / Dischi / Between The Buried And Me – Automata I (Sumerian Records, 2018) di Francesco Sermarini

Between The Buried And Me – Automata I (Sumerian Records, 2018) di Francesco Sermarini

Innegabile che quando si parla degli americani Between The Buried And Me gli animi si infiammano. Esatto: fra chi dichiara un amore immenso al gruppo e chi, invece, li digerisce molto poco, entrambe le fazioni lo fanno per gli stessi motivi: lo stile completamente folle che porta l’ascoltatore ignaro a perdersi nel intricatissimo songwriting. Infatti i BTBAM sono diventati una vera e propria band di culto, abituandoci con un tipo di musica perfetta per chi ama i virtuosismi e le combinazioni più strane di generi, ma anche per chi ricerca in un disco atmosfere ben architettate e lunatiche in base all’umore della canzone.

Come la tradizione discografica dei BTBAM ci insegna, i nostri sfornano l’ennesimo concept album, a questo giro suddiviso in due parti (circa analogamente con i precedenti The Parallax), che risponde al nome di Automata.

Questa prima parte è innegabilmente figlia dei BTBAM, bastano i primi minuti dell’iniziale Condemned To The Gallows per riconoscere il percorso iniziato con il precedente Coma Ecliptic, quindi un prog metal probabilmente meno infuriato rispetto al passato, ma che riesce comunque a regalare diversi momenti di pura rabbia vagamente meshugghiana.

Ed effettivamente tutto qui. Si tratta sicuramente di un Ep valido, ma si sente mancare quel passo evolutivo che aveva caratterizzato ogni nuova uscita della band. Non che i momenti validi manchino, basti pensare a Yellow Eyes o alla conclusiva Blot, ma si tratta di una effettiva continuità con la loro strada intrapresa precedentemente, come detto poc’anzi, ma senza apportare alcuna modifica. Insomma, il fattore mots si fa sentire giusto un poco, ma senza minare alla vera e propria godibilità del disco. Prima di tirare delle somme bisognerà aspettare la seconda parte, e solo allora potremo dire se questo Automata rappresenterà una nuova vetta per i BTBAM oppure un filler che, ahimè, è la più probabile delle possibilità.

Tracklist:

  1. Condemned To The Gallows
  2. House Organ
  3. Yellow Eyes
  4. Millions 
  5. Gold Distance 
  6. Blot


Commenti

Click here to connect!