Home / Dischi / Raison d’être – Alchymeia (Cyclic Law Records, 2018) di Giuseppe Grieco

Raison d’être – Alchymeia (Cyclic Law Records, 2018) di Giuseppe Grieco

Se si parla di dark ambient non ci si può sottrarre dall’influenza di un colosso del genere, ovvero Brian Williams, conosciuto come Lustmord e considerato il padre di questo stile musicale. Il suo operato ha illuminato di un’oscura luce la via di molti artisti, tra cui quella di Peter Andersson, che sotto vari pseudonimi percorre dal 1991 i tenebrosi sentieri di questo genere tanto affascinante quanto di difficile ascolto.

Raison d’être è il suo progetto principale, uno dei nomi più rinomati nel panorama dark ambient e spesso accostato alla figura di Simon Health e al suo moniker Atrium Carceri, di cui ne condivide la filosofia. Questo Alchymeia è un nuovo viaggio nel visionario mondo gotico di Andersson, mondo in continua e inarrestabile decadenza, votato ad una fine che, come un asintoto, mai riesce a raggiungere.

Il disco si apre con Nigredo, che tra suoni sinistri di matrice industrial e un mantra malsano ci illustra il marciume di un’alba spenta che si affaccia su un pianeta condannato. Non c’è tregua da questa angoscia, l’allucinante e morbosa litania di Albedo ce lo dice chiaramente, mentre la tensione costante di Citrinitas e il climax discendente di Rubedo ci annichiliscono, spezzandoci senza pietà.

È un disco corposo questo Alchymeia, che ben si inserisce nell’ampia discografia di Andersson, piazzandosi tra i suoi migliori lavori dei tempi recenti e figli di quei capolavori che pubblicò per la leggendaria Cold Meat Industry, album che con la loro influenza ci hanno donato artisti del calibro dei Demdike Stare, Randal Collier-Ford, Hiss Tracts, Raime e molti altri, ognuno con la personale visione musicale che li contraddistingue. La dottrina filosofica che l’album esprime è semplice quanto definitiva: abbandonate ogni illusione di speranza, perché ciò che il destino alla fine del tunnel riserva è tenebra, e nient’altro.

Tracklist:

  1. Nigredo
  2. Albedo
  3. Citrinitas
  4. Rubedo

 

 


Commenti

Click here to connect!