Home / Dischi / A Film In Color – They March in Endless Circles (Science of Silence Records, 2018) di Giuseppe Grieco

A Film In Color – They March in Endless Circles (Science of Silence Records, 2018) di Giuseppe Grieco

Gli A Film In Color sembrano essere eterei proprio come la musica che fanno. Trio proveniente dal New Jersey, i nostri si impongono all’attenzione con They March in Endless Circles, il loro primo album, preceduto da una manciata tra EP e singoli. Il lattiginoso album che ci presentano è un monolite bianco di post-rock annegato in un mare di placido ambient. Spiccatamente simili ai ben più famosi This Will Destroy You, il trio americano riesce a distinguersene grazie a un tocco particolarmente ovattato. Come l’evocativo titolo e l'ancor più emozionante copertina suggeriscono, questo è un viaggio che porta sempre…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Conclusione : Ovattato

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
Gli A Film In Color sembrano essere eterei proprio come la musica che fanno. Trio proveniente dal New Jersey, i nostri si impongono all’attenzione con They March in Endless Circles, il loro primo album, preceduto da una manciata tra EP e singoli.

Il lattiginoso album che ci presentano è un monolite bianco di post-rock annegato in un mare di placido ambient. Spiccatamente simili ai ben più famosi This Will Destroy You, il trio americano riesce a distinguersene grazie a un tocco particolarmente ovattato.

Come l’evocativo titolo e l’ancor più emozionante copertina suggeriscono, questo è un viaggio che porta sempre al punto di partenza, si potrebbe vedere in questo messaggio una sorta di metafora dell’esistenza umana. E allora ecco che Blood Horizon ci proietta in questo paesaggio effimero, tra soffusi riverberi e batteria foderata, che poi sfocia in un’esplosione rabbiosa, tipica del post-rock più classico.

Alternando momenti carichi di tensione (For You Are Not in Death) a picchi di statica riflessività (At The Foot of The Eternal Throne) gli A Film In Color si danno con un album che, seppur non rivoluzionando per nulla il genere in cui è stato concepito, riesce ad emergere per il suo tocco personale, il quale speriamo diventi in futuro più definito e accentuato.

Tracklist:

  1. Blood Horizon
  2. For You Are Not in Death
  3. A Hollow Monument
  4. Sightless Gods
  5. Procession
  6. At The Foot of The Eternal Throne

 


Commenti

Click here to connect!