Home / Dischi / HeavenBlast – Stamina (Music Force, 2018) di Giuseppe Grieco

HeavenBlast – Stamina (Music Force, 2018) di Giuseppe Grieco

Gli HeavenBlast nascono nel 1995 come progetto tra compagni conosciutisi tra gli stessi banchi di scuola. Dopo aver raggiunto una formazione stabile nel 1998, la band rilascia nel corso del tempo due full lenght, per poi sciogliersi nel 2008 per i vari impegni dei musicisti. Nel 2011, il chitarrista Donatello Menna e il tastierista Matteo Pellegrini riprendono in mano le redini del gruppo, pubblicando sotto l’ala di Music Force Stamina. Rispetto ai lavori precedenti Stamina ha un sound più giovanile e agile, il ritmo seppur serrato non pesa sull’ascoltatore, complice il fattore melodico molto pronunciato. I maggiori responsabili di…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Conclusione : Power melodico

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
Gli HeavenBlast nascono nel 1995 come progetto tra compagni conosciutisi tra gli stessi banchi di scuola. Dopo aver raggiunto una formazione stabile nel 1998, la band rilascia nel corso del tempo due full lenght, per poi sciogliersi nel 2008 per i vari impegni dei musicisti. Nel 2011, il chitarrista Donatello Menna e il tastierista Matteo Pellegrini riprendono in mano le redini del gruppo, pubblicando sotto l’ala di Music Force Stamina.

Rispetto ai lavori precedenti Stamina ha un sound più giovanile e agile, il ritmo seppur serrato non pesa sull’ascoltatore, complice il fattore melodico molto pronunciato. I maggiori responsabili di questo elemento sono individuali in particolar modo nel timbro vocale della cantante principale Chiara Falasca e nell’uso massiccio delle tastiere, vero strumento portante su cui si basa tutto il lavoro. È un chiaro manifesto di tutto ciò Alice in Psychowonderland, brano da cui è stato tratto il primo videoclip del gruppo e che può considerarsi il manifesto di Stamina: vi troviamo il tema della ribellione, voci melodiose ed accattivanti, batteria e chitarra che creano un ritmo concitato (ma mai definibile violento o forsennato), le tastiere che con tocchi di prog anni ’90 e molte sonorità tratte dal mondo power/progressive metal imbastiscono il piano su cui tutti i pezzi si svolgono. Tra questi va sicuramente menzionato Sinite parvulos venire ad me, brano cantato in latino e con un accenno di growl che dona un po’ più di personalità e varietà al disco, che troppo spesso non riesce ad emergere dagli stilemi del power metal europeo.

Stamina farà felici gli amanti del power metal e gli appassionati di band come i Dream Theater, seppur potrebbe deludere gli amanti di quel metal estremo e “cattivo”, o chi cerchi sperimentazioni fuori dal quotidiano.

Tracklist:

  1. Mind Introuder
    2. Purity
    3. Alice In Psychowonderland
    4. We Are State
    5. The Rovers
    6. Don’t Clean Up This Blood
    7. Sinite Parvulos Venire Ad Me
    8. S.T.A.M.I.N.A.
    9. Canticle Of The Hermit


Commenti

Click here to connect!