Home / Dischi / Herself – Rigel Playground (Urtovox Records, 2018) di Francesco Sermarini

Herself – Rigel Playground (Urtovox Records, 2018) di Francesco Sermarini

Per la sempre presente Urtovox Records, ecco che esce il terzo disco del sempre impegnatissimo Giole Valenti, mente dietro al progetto Herself. In questo Rigel Playground il musicista palermitano ripropone il suo folk moderno con spruzzate di neopsichedelia e tinte dark, creando un lavoro nel quale l’atmosfera costruita durante la progressione della tracklist è il vero punto cardine. La sola iniziale Another Christian ne è una prova, con il suo incedere quasi marziale, nel giro di chitarra che si fonde con la voce malinconica e leggermente effettata di Gioele. Rigel Playground presenta tracce che sembrano essere uscite dal cuore…

Score

Concept
Artwork
Potenzialità

Conclusione : Modernamente Folk

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
Per la sempre presente Urtovox Records, ecco che esce il terzo disco del sempre impegnatissimo Giole Valenti, mente dietro al progetto Herself. In questo Rigel Playground il musicista palermitano ripropone il suo folk moderno con spruzzate di neopsichedelia e tinte dark, creando un lavoro nel quale l’atmosfera costruita durante la progressione della tracklist è il vero punto cardine. La sola iniziale Another Christian ne è una prova, con il suo incedere quasi marziale, nel giro di chitarra che si fonde con la voce malinconica e leggermente effettata di Gioele.

Rigel Playground presenta tracce che sembrano essere uscite dal cuore pulsante dei nineties, impossibile non riconoscerne l’influenza di quegli anni in canzoni come Crawling con il suo ritornello dall’ampio respiro o in The Witness. Menzione d’onore per The Beast of Love, uno dei momenti migliori dell’intero platter, nel quale si ha la collaborazione alla voce di Jonathan Donahue (Mercury Rev).

Rigel Playground è un ascolto senza pretese che riesce bene nell’essere credibile come disco “british”, mantenendo una certa linearità ma sperimentando quel tanto basta nelle produzioni e nei suoni da risultare interessante. Consigliato a coloro che cercano qualcosa di piacevole e senza impegno.

Tracklist:

  1. Another Christian
  2. Bark
  3. Crawling 
  4. In the Wood
  5. The Beast of Love 
  6. The Witness
  7. Treats 


Commenti

Click here to connect!