Home / News / The Dead Daisies: info e orari dello show al Phenomenon di Fontaneto d’Agogna (NO)

The Dead Daisies: info e orari dello show al Phenomenon di Fontaneto d’Agogna (NO)

The Dead Daisies ritornano in Europa per le ultime date del loro tour 2018! Quelle di Luglio dovevano essere le date finali, ma i concerti Europei hanno avuto cosi tanto successo che la band ha pensato che un tour invernale nel vecchio continente fosse il finale perfetto per un 2018 pieno di soddisfazioni.

8 Dicembre @ Phenomenon di Fontaneto d’Agogna (NO)

18.15: Ingresso Daisyland (entreranno le prime 50 persone in fila MUNITE DI BIGLIETTO!)

18.30-19.30 Daisyland (30 minuti di set acustico sul parterre, seguito da meet & greet e autografi)

19.30: apertura porte

20.30 > Tesla Shamans

21.30 > The Dead Daisies

 

Biglietti in cassa

Le prime 50 persone in fila a ogni concerto avranno la possibilità di assistere ad un intimo show acustico dei The Dead Daisies, dopodiché la band suonerà live per ben 120 minuti, quindi lucidate i vostri anfibi e preparatevi ad una lunga serata di puro Rock & Roll.

PREVENDITE:
www.tickeone.it

Una band di stelle nata sotto una buona stella: dal primo singolo Lock’n’Load del 2013, nominato daily download da Rolling Stone, che vede la partecipazione di Slash, all’ultimo esplosivo album Burn it down, l’ascesa e lo sviluppo di questo all-star ensemble rimane decisamente un caso sensazionale.
Un gruppo che ha visto avvicendare tra le sue fila, in soli 6 anni e tre studio album più un live, musicisti come Dizzy Reed (GnR), Richard Fortus (Thin Lizzy, GnR), John Tempesta (The Cult), Brian Tichy (Ozzy, Whitesnake) e che oggi porta in scena un live esplosivo con la formazione attuale composta da John Corabi alla voce (Motley Crue, ESP, Ratt), Marco Mendoza al basso (innumerevoli le sue collaborazioni, tra cui spiccano Thin Lizzy, Whitesnake, Lynch Mob, Black Star Riders), lo straordinario Doug Aldrich(Whitesnake, Dio, House of Lords, solo per citarne alcuni) alla chitarra, il fondatore David Lowy alla chitarra ritmica e il motore pulsante dei The Dead Daisies, mr. Deen Castronovo (Journey, Ozzy, Steve Vai).
A un solo anno dalla fondazione, i TDD vengono eletti band del mese su Metal Hammer UK e sul sito Classic Rock Magazine, catalizzando l’attenzione di pubblico ed addetti ai lavori sulla band.
Da quel momento la band inizia un periodo d’oro che ancora oggi perdura, aprendo i tour mondiali di leggende quali ZZ Top e Aerosmith.
Dopo l’uscita dell’EP Face I Love del 2014, i TDD intraprendono il loro primo tour australiano come headliner, e a seguire due tour negli USA aprendo gli show di KISS, def Leppard, Bad Company e Lynyrd Skynyrd, fino ad accompagnare i KISS sull’oceano in occasione del 4° KISS CRUISE nelle Bahamas.
Alla fine di febbraio 2015, i The Dead Daisies diventano la prima rock band occidentale a suonare a Cuba dopo la ripresa dei legami commerciali con gli USA. L’esperienza cubana influisce in modo significativo sul bagaglio della band che decide di intitolare il nuovo album Revoluciòn.
Il disco raccoglie un grande successo che permette ai TDD di esibirsi, tra gli altri, al Rock in Vienna, al Download festival e al Graspop Metal Meeting.
A novembre 2015 i The Dead Daisies raggiungono i Whitesnake a Mosca per affiancarli nel loro tour europeo, partecipando anche ad una serata dei Judas Priest a Francoforte, Germania.
Inoltre la band suona il suo primo show da headliner a Parigi che registra il tutto esaurito e diventa simbolo di rinascita dopo i tragici eventi al Bataclan di due settimane prima.
Il terzo album, Make Some Noise, viene lanciato ad agosto 2016 sotto l’etichetta tedesca SPV, che apre al gruppo le porte del leggendario Wacken Open Air, oltre ad essere invitati come special guest per tutte le date tedesche degli Hollywood Vampires in Germania.
Ad agosto la band accompagna i KISS nel loro Freedom to Rock’US tour fino a settembre dello stesso anno e successivamente Corabi e soci toccano il Giappone al Loud Park Festival in ottobre.
Senza un attimo di tregua, a maggio 2017 viene rilasciato il primo live ufficiale, registrato durante l’UK / EU tour del 2016.
Con l’arrivo di Deen Castronovo, la band si chiude in studio per dare vita al recentissimo Burn it down (aprile 2018) che tocca il numero 10 delle classifiche tedesche, e il 15 in Austria e Svizzera, senza contare il 6° posto di Billboard USA nella categoria “Heatseeker Albums” e la 100° in assoluto.

“Siamo emozionati di tornare in Europa per suonare davanti ai nostri fans e chiudere questo splendido 2018. Non possiamo ringraziarvi abbastanza per tutto il supporto che ci date ogni concerto. Ci vediamo a novembre” , dice il cantante John Corabi.

Il chitarrista Doug Aldrich aggiunge: “Siamo contenti di tornare a suonare in Europa, e sarà una serie di concerti incedibili”.

20143 Milano

Italy

 


Commenti

Click here to connect!