Home / Dischi / Romea – Madrugada [(R)esisto Distribuzione, 2019] di Giuseppe Grieco

Romea – Madrugada [(R)esisto Distribuzione, 2019] di Giuseppe Grieco

I Romea nascono nel 2014 per volere di Alberto Tessarin, dj e produttore noto nel mondo musicale come DJ LB che, dopo aver partecipato ai mondiali di scratch a Cracovia, riunisce alcuni suoi amici musicisti per dare vita al collettivo. Insieme a Tessarin troviamo, dunque, Paolo Garbin al pianoforte, Alessio Simoni al basso e Antonio Zanellato alla batteria. Successore di SS309, EP del 2015 autoprodotto, Madrugada è un album dalle innumerevoli sfaccettature. Si riconosce sin da subito la macrocategoria a cui il disco appartiene, quella dell’elettronica (colta), ma riuscire a catturare tutte le influenze che ne attraversano le tracce…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Voto Utenti : 3.35 ( 1 voti)
I Romea nascono nel 2014 per volere di Alberto Tessarin, dj e produttore noto nel mondo musicale come DJ LB che, dopo aver partecipato ai mondiali di scratch a Cracovia, riunisce alcuni suoi amici musicisti per dare vita al collettivo. Insieme a Tessarin troviamo, dunque, Paolo Garbin al pianoforte, Alessio Simoni al basso e Antonio Zanellato alla batteria.

Successore di SS309, EP del 2015 autoprodotto, Madrugada è un album dalle innumerevoli sfaccettature. Si riconosce sin da subito la macrocategoria a cui il disco appartiene, quella dell’elettronica (colta), ma riuscire a catturare tutte le influenze che ne attraversano le tracce è un lavoro arduo. Vi si riconoscono notevoli influenze nu jazz à la  Hidden Orchestra o Portico Quartet, tocchi di funk, massicce dosi di ambient deviata a chillwave, hip hop tendente all’astrattismo.

Peyote parte al rallentatore calcando la mano sull’ambient, Down invece spinge sul nu jazz con tanto di voce campionata e tappeto di piano. Madrugada è un ottimo esempio di elettronica ragionata, dal ritmo sostenuto e accattivante. Per tre quarti strumentale, il disco presenta anche tre brani cantati: Starting from Scratch con Dudley, El Click con ESA e Kishi con Meck, episodi questi che faranno contenti i fan dell’hip hop e del rap.

Vi è poi Heylà, vero gioiello elettronico, in cui una spettacolare arte dello scratch si unisce al funk più jazzato. Insieme alla title-track, il miglior momento del disco. Caloma è il brano più classic jazz del disco, Goodbye Mr. Wood quello più sinistro, seguito da Tetra in chiusura. Anche i due intermezzi Unusual Morning e Trecentonove svolgono bene il loro compito, senza risultare superflui.

Madrugada è stato registrato, mixato e masterizzato presso l’Alpha Dept Studio di Bologna da Andrea Suriani, che con il suo lavoro ha reso pulito e limpido il suono di questo disco che può definirsi assolutamente riuscito.

Tracklist:

  1. Peyote
  2. Down
  3. Madrugada
  4. Starting From Scratch Feat. Dudley
  5. Unusual Morning
  6. Heylà
  7. Kishi Feat. Meck
  8. Caloma
  9. El Click Feat. ESA
  10. Trecentonove
  11. Goodbye Mr. Wood
  12. Tetra


Commenti

Click here to connect!