Home / Dischi / Sale – L’innocenza dentro me (Materiali Sonori, 2019) di Giuseppe Grieco

Sale – L’innocenza dentro me (Materiali Sonori, 2019) di Giuseppe Grieco

L’innocenza dentro me è l’opera prima di Eugenio Saletti, ventenne cantautore romano conosciuto in ambito musicale col moniker di Sale. Nel suo album di debutto, il giovane ragazzo esplora sonorità differenti, legandole insieme sotto un’idea di concept del tutto personale, incentrata sui cambiamenti che nella vita si susseguono inevitabilmente. I punti d’ispirazione di Eugenio sono la canzone d’autore italiana e il rock inglese, il tutto condito con quell’elettronica che tanto infarcisce il pop moderno. Oltre alla presenza di Sale alle chitarre, basso, piano e tastiere, questo disco vede la partecipazione di Seby Burgio a piano e tastiere, di Martina…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Voto Utenti : 3.97 ( 3 voti)
L’innocenza dentro me è l’opera prima di Eugenio Saletti, ventenne cantautore romano conosciuto in ambito musicale col moniker di Sale.

Nel suo album di debutto, il giovane ragazzo esplora sonorità differenti, legandole insieme sotto un’idea di concept del tutto personale, incentrata sui cambiamenti che nella vita si susseguono inevitabilmente. I punti d’ispirazione di Eugenio sono la canzone d’autore italiana e il rock inglese, il tutto condito con quell’elettronica che tanto infarcisce il pop moderno.

Oltre alla presenza di Sale alle chitarre, basso, piano e tastiere, questo disco vede la partecipazione di Seby Burgio a piano e tastiere, di Martina Bertini al basso e Filippo Schininà alle pelli, tutti musicisti questi che hanno collaborato con gli artisti italiani più rilevanti del momento. Vi è poi Cristina Cecilia, duettante col cantautore nel brano Rimani e l’apporto in due brani con testi di due cantautori, Lorenzo Lepore e Jacopo Troiani dell’Officina Pasolini, la scuola di alta formazione musicale diretta da Tosca che Eugenio frequenta da un anno. Per finire, la produzione artistica è del multistrumentista e compositore Stefano Saletti.

Seppur come già detto, molto giovane, Eugenio ha molta padronanza degli argomenti che tratta, usando una ragionata ironia in Fuga di cervelli, o un tocco di dolcezza in Rimani. L’elettronica, sempre addomesticata e mai invasiva, fonda brani come Isola o Siamo sale, e ritmi concitati come quello di Ricordati di me fanno efficacemente da contraltare ai momenti più introspettivi, come in Certi giorni.

L’efficacia delle melodie dei singoli brani è valorizzata da una produzione all’altezza delle aspettative, in cui ogni singolo strumento ha un suo ruolo preciso che si incastra con quello degli altri, senza creare subordinazioni o fastidiosi miscugli sonori.

L’innocenza dentro me è un valido e sincero, ancor di più se si pensa ad esso come un esordio. Non resta quindi che approfittare delle serate che il giovane Sale terrà in giro nei vari locali, per poterne apprezzare la calda resa dal vivo.

Tracklist:

  1. L’innocenza dentro me
  2. Giocare
  3. Isola
  4. Siamo sale
  5. Fuga di cervelli
  6. Ricordati di me
  7. Certi giorni
  8. E Kafka che fa
  9. L’essenza del volo
  10. Rimani


Commenti

Click here to connect!