Home / Dischi / Blindead – Niewiosna (Autoproduzione, 2019) di Luca Battaglia

Blindead – Niewiosna (Autoproduzione, 2019) di Luca Battaglia

I polacchi Blindead hanno rilasciato il 5 aprile il loro ultimo album Niewiosna, autoprodotto dalla stessa band. Partiremo dal presupposto che il disco in esame non è per tutti i palati musicali, l'opera è ipnoticamente contorta, ma lascia sempre il dubbio a chi ascolta, un limbo musicale tra il trascinante, a volte per sfinimento malinconico, e il poco decifrabile. Immaginate di trovarvi in uno scenario industriale post-apocalittico, accanto a voi solo asfalto ed edifici scheletrici, ecco, Niewiosna è qual comparto auditivo che completa la cornice. Per una volta non serve analizzare traccia per traccia, il disco si compone di…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Voto Utenti : 4.9 ( 1 voti)

I polacchi Blindead hanno rilasciato il 5 aprile il loro ultimo album Niewiosna, autoprodotto dalla stessa band.

Partiremo dal presupposto che il disco in esame non è per tutti i palati musicali, l’opera è ipnoticamente contorta, ma lascia sempre il dubbio a chi ascolta, un limbo musicale tra il trascinante, a volte per sfinimento malinconico, e il poco decifrabile.

Immaginate di trovarvi in uno scenario industriale post-apocalittico, accanto a voi solo asfalto ed edifici scheletrici, ecco, Niewiosna è qual comparto auditivo che completa la cornice.

Per una volta non serve analizzare traccia per traccia, il disco si compone di 5 canzoni che non lasciano scampo a interpretazioni, o si amano o si odiano da subito.

Il comparto vocale è praticamente inesistente, la voce ha una tendenza quasi sacerdotale, senza armonia alcuna.

A tratti si inasprisce leggermente in un grattato, ruvido, quasi sguaiato, che però ha il merito di dare un sussulto a chi indossa le cuffie. Ma si ha la costante sensazione di ascoltare una sorta di sermone.

Per quanto riguarda la sfera strumentale il disco non ha grosse pecche, si divincola con discreta destrezza tra elementi doom e il più classico sludge.

Mai come in questo caso la predisposizione di ascolto di chi sente l’album gioca un ruolo fondamentale nel giudizio finale del lavoro dei Blindead.

Giudizio finale: un enorme punto di domanda, ma affascinante, misterioso, malinconico e granitico, nel senso puro di durezza e freddezza del termine.

Tracklist:

I – Niewiosna

II – Niepowodzenie

III – Potwor sie rodzi

IV – Ani Lekkomy, Ani Bezbolesnie

V – Wiosna


Commenti

Click here to connect!