Home / Live / U.D.O. live @ Campus Industry Music – Parma (foto di Giovanni Cionci)

U.D.O. live @ Campus Industry Music – Parma (foto di Giovanni Cionci)

Lo scorso 4 Aprile, presso il Campus Industry Music di Parma, grande serata all’insegna dell’heavy metal teutonico duro e puro, senza fronzoli né compromessi, con protagonista lo storico Udo Dirkschneider, fondatore e leader degli Accept, e della sua omonima band U.D.O.

Prima degli headliner, è compito dei Red Partizan scaldare per bene il pubblico: il progetto, nato per volontà del leader di origini slave Manuel Mijalkovski, in onore delle storie di coraggio, orgoglio ed ideali narrategli dal nonno, ex combattente partigiano durante la seconda guerra mondiale, ha intenti ambiziosi. Ma il carisma del leader e l’energia dei membri della band, accompagnati dalla splendida voce da soprano di Alina Arenz, ne mettono subito in chiaro il valore, sia da un punto di vista squisitamente musicale, sia da quello del coinvolgimento del pubblico, immediatamente catturato dalle note e dal ritmo dei brani eseguiti. Usciti tra gli applausi, i Red Partizan cedono infine il palco agli U.D.O.

Accompagnata da luci rosse, arancio e gialle, come i colori del metallo fuso che campeggia sulla copertina e nelle note dell’ultimo album Steel Factory, la band teutonica mostra subito i muscoli: quelli vocali del loro leader, i bicipiti del suo massiccio e capace figliuolo Sven (batteria) e quelli agili e scattanti delle dita dei due chitarristi, Andrey  Smirnov e Dee Dammers, e del bassista Tilen Hudrap. Non c’è bisogno di alcun riscaldamento. Si parte subito forte con Tongue Reaper: i due chitarristi iniziano a crivellare di note gli spettatori, mentre la sezione ritmica supporta la voce ancora potente e graffiante del loro leader. Ed è solo l’inizio, perché man mano che lo show prosegue, mentre nuovi brani si alternano a pezzi storici,  l’energia e la carica devastante della band non solo non accenna a diminuire, ma addirittura continua a crescere. E’ l’ultima data europea del tour, e i musicisti hanno voglia di dimostrare di che pasta sono fatti. Non manca il momento di struggente bellezza di I Give as Good as I Get, né il pirotecnico climax finale con Holy, Animal House, Man and Machine, per chiudere infine con la storica They Want War

Questa la setlist dello show degli U.D.O.

  1. Tongue Reaper
  2. Make the Move
  3. 24/7
  4. Mastercutor
  5. A Cry of a Nation
  6. Metal Machine
  7. Independence Day
  8. In the Heat of the Night
  9. Vendetta
  10. Rising High
  11. In the Darkness
  12. I Give as Good as I Get
  13. Timebomb
  14. Hungry and Angry
  15. Heart of Gold
  16. One Heart One Soul

    Encore:

  17. Holy
  18. Animal House
  19. Man and Machine
  20. They Want War

 

Vi lasciamo alla gallery fotografica del nostro Giovanni Cionci.

 


Commenti

Click here to connect!