Home / Dischi / Atavicus – Di eroica stirpe (Earth and Sky Productions, 2019) di Luca Battaglia

Atavicus – Di eroica stirpe (Earth and Sky Productions, 2019) di Luca Battaglia

Dai massicci abruzzesi e dalle ceneri di quelli che furono i Draugr, gli Atavicus dopo l'EP Ad Maiora danno alla luce il loro primo full-lenght Di eroica stirpe. L'album è una vera e propria epopea musicale con forti richiami al tradizionalismo e alle origini pagane italiche senza alcun fronzolo e diretto alla vostra giugulare. Potenti, precisi e maestosi gli Atavicus miscelano un sacco di elementi che accendono lampadine costantemente nella vostra testa se siete amanti del genere. Non si rende giustizia a fare paragoni musicali con il lavoro del duo abruzzese, ma sentirete brividi sulla schiena e scuotervi l'anima quando apprezzerete passaggi che…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Voto Utenti : 3.04 ( 6 voti)
Dai massicci abruzzesi e dalle ceneri di quelli che furono i Draugr, gli Atavicus dopo l’EP Ad Maiora danno alla luce il loro primo full-lenght Di eroica stirpe.

L’album è una vera e propria epopea musicale con forti richiami al tradizionalismo e alle origini pagane italiche senza alcun fronzolo e diretto alla vostra giugulare. Potenti, precisi e maestosi gli Atavicus miscelano un sacco di elementi che accendono lampadine costantemente nella vostra testa se siete amanti del genere.

Non si rende giustizia a fare paragoni musicali con il lavoro del duo abruzzese, ma sentirete brividi sulla schiena e scuotervi l’anima quando apprezzerete passaggi che vi riporteranno agli Immortal, ai Summoning e ovviamente ai Draugr di De ferro italico.

Le pause all’interno di Di eroica stirpe non sono contemplate nemmeno di striscio, il disco è una lama affilatissima che si conficca nelle vostre vertebre cervicali, provocandone un movimento costante. Tutto sta esattamente dove deve stare.

Dopo numerosi ascolti abbiamo faticato a trovare qualcosa che ci facesse storcere il naso e la nostra mascella faticava a rialzarsi.

Vi ritroverete catapultati in un campo di battaglia dove imperversano riff assassini e blast beat a velocità incredibili, coadiuvate dalle sinfonie delle tastiere e tutto tocca un tasso di perfezione inattaccabile. Lupus Nemesis è perfetto sotto ogni punto di vista e trasforma in raffinata violenza ritmica e vocale tutto ciò che tocca in fase di produzione ed esecuzione. Il reparto vocale merita un’analisi a parte: la potenza espressa tocca picchi di rara bontà e rende tutto il disco uno schiacciasassi brutale. Triumphator non è da meno e incastona perle negli intrecci musicali e nel passare delle tracce, impeccabile come tutti i 52 minuti di cui è composto l’album.

Otto tracce splendide, una vera e propria storia raccontata attraverso tanta passione e attaccamento alla terra e alle origini; e si percepisce ogni aspetto, sfaccettatura, spigolo e smussatura di ogni particolare, di ogni passaggio.

Giù il cappello, siamo davanti a un gioiello che brilla di luce propria, e non ci stancheremo mai di dirlo, il fatto che questa meraviglia sia prodotta in Italia ci rende ancor più felici e fieri di questo sbalorditivo riscontro.

Tracklist:

  1. Come nasce un eroe
  2. L’estasi del sangue
  3. L’ardire degli avi
  4. Divina lama invitta
  5. Canto di dolore dell’antica dea madre
  6. Consacrato all’eterno
  7. Safinim
  8. Di eroica stirpe

 


Commenti

Click here to connect!