Home / Dischi / Brunori Sas – Cip! (Island, 2020) di Gianni Vittorio

Brunori Sas – Cip! (Island, 2020) di Gianni Vittorio

Giunto ormai al quinto album in studio dopo circa 10 anni di attività, Dario Brunori dimostra di essere uno dei pochi cantautori nostrani a saper fare musica di qualità. A dire il vero dal cantante cosentino ci saremmo dovuti aspettare qualcosa di più originale, ma il livello rimane sempre medio-alto. Cip! (nome quanto mai evocativo) in sintesi è un inno alla leggerezza, al senso della vita, e alla felicità che si può trovare nelle piccole cose. Le undici nuove tracce si presentano abbastanza eterogenee, infatti si passa da brani più riflessivi come Il mondo si divide, che ci parla…

Score

Artwork
Potenzialità
Concept

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Giunto ormai al quinto album in studio dopo circa 10 anni di attività, Dario Brunori dimostra di essere uno dei pochi cantautori nostrani a saper fare musica di qualità. A dire il vero dal cantante cosentino ci saremmo dovuti aspettare qualcosa di più originale, ma il livello rimane sempre medio-alto. Cip! (nome quanto mai evocativo) in sintesi è un inno alla leggerezza, al senso della vita, e alla felicità che si può trovare nelle piccole cose.

Le undici nuove tracce si presentano abbastanza eterogenee, infatti si passa da brani più riflessivi come Il mondo si divide, che ci parla delle incomprensioni che spesso creano divisioni, a pezzi più esplicitamente pop, come la famosa Al di là dell’amore, primo hit molto riuscito, che ha il sapore degli anni ’80.
Poi ci sono le ballate, anche queste ottimamente arrangiate, tra tutte va menzionata Bello appare il mondo, brano che richiama apertamente lo stile di De Gregori, artista al quale Brunori è legato.
Ma la canzone più bella, forse quella che rimarrà negli anni nel cuore dei suoi fans sarà certamente Per due che come noi, una storia a due che presenta similitudini con Lucio Dalla (si pensi a Cara).

Quello che però manca all’artista calabrese è il coraggio di osare con pezzi più ambiziosi. Anche perché non gli mancano di certo le potenzialità. Così rimarrà un album ben prodotto , che si pone a metà strada tra il pop radiofonico ed il cantautorato “alto”.

Tracklist:

  1. Il mondo si divide
  2. Capita così
  3. Mio fratello Alessandro
  4. Anche senza di noi
  5. La canzone che hai scritto tu
  6. Al di là dell’amore
  7. Bello appare il mondo
  8. Benedetto sei tu
  9. Per due che come noi
  10. Fuori dal mondo
  11. Quelli che arriveranno


Commenti

Click here to connect!