Home / Dischi / La Scala Shepard – Bersagli (Goodfellas, 2019) di Giuseppe Grieco

La Scala Shepard – Bersagli (Goodfellas, 2019) di Giuseppe Grieco

L’attività musicale nella capitale non accenna a fermarsi, il rigoglio di band è costante e frenetico, ribolle incontrollabile. Non tutti i risultati possono piacere, è ovvio, ma fa sempre piacere notare come la cultura musicale in questa bellissima città sia sempre in costante attività. Proprio da Roma provengono La Scala Shepard, e nascono nel 2015 tra le caratteristiche strade di Trastevere. Dopo i due EP Di Passaggio e Eureka, i quattro ragazzi, precisamente Alberto Laruccia (Voce, Chitarra Acustica, Chitarra Elettrica); Claudia Nanni (Voce, Synth); David Guido Guerriero (Batteria, Percussioni); Lorenzo "ElleBì" Berretti (Basso, Synth, Voce), approdano finalmente sul mercato con…

Score

ARTWORK
POTENZIALITA'
CONCEPT

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
L’attività musicale nella capitale non accenna a fermarsi, il rigoglio di band è costante e frenetico, ribolle incontrollabile. Non tutti i risultati possono piacere, è ovvio, ma fa sempre piacere notare come la cultura musicale in questa bellissima città sia sempre in costante attività.

Proprio da Roma provengono La Scala Shepard, e nascono nel 2015 tra le caratteristiche strade di Trastevere. Dopo i due EP Di Passaggio e Eureka, i quattro ragazzi, precisamente Alberto Laruccia (Voce, Chitarra Acustica, Chitarra Elettrica); Claudia Nanni (Voce, Synth); David Guido Guerriero (Batteria, Percussioni); Lorenzo “ElleBì” Berretti (Basso, Synth, Voce), approdano finalmente sul mercato con il loro primo disco effettivo, uscito per Goodfellas.

Il disco si presenta sin da subito carico di carattere, e questa sensazione non abbandona mai l’ascoltatore, inizia con la prima traccia e finisce con l’ultima, e la cosa non può che fare piacere. Il sound di Bersagli, questo il titolo del loro debutto, dosa sapientemente la tradizione indie rock nostrana con le influenze rock estere, soprattutto quelle british rock.

Il contrasto delle due voci dona al disco una sua anima tutta particolare, che lo rende riconoscibile sin da subito. I testi delle canzoni sono abbastanza ricercati e graffianti, toccando argomenti delicati, ma seppure impegnati non abbandonano mai il loro lato pop, risultando quindi mai troppo pesanti. Tali dinamiche sono fortunatamente rese anche in sede live, come testimonia la recente esibizione al Largo Venue di Roma a cui ho assistito.

L’esordio dei trasteverini è di quelli col botto, le paranoie e le angosce nella loro opera coinvolgono chiunque, e ci ritroviamo, nostro malgrado, ad essere noi i veri bersagli.

Tracklist:

  1. Potesse Esplodere Questa Città
  2. Camera Con Vista
  3. Paranoia
  4. Caduta Libera
  5. Un Giro Di Giostra
  6. Groove 2
  7. Via Dupré
  8. Dall’altra Parte
  9. Capolavoro
  10. Bersagli


Commenti

Click here to connect!