E’ morto Daniel Johnston

Daniel Johnston √® morto mercoled√¨ scorso a Houston, Texas, all‚Äôet√† di 58 anni per un attacco cardiaco.¬†La sua opera e le sue canzoni – moltissime delle quali composte in garage con un organetto giocattolo e un mangianastri – hanno influenzato non poco l‘indie americano ed √® considerato, molto prima che il temine prendesse piega, il primo grande cantautore low fi. Moltissimi gli appassionati della sua musica. Kurt Cobain, che agli MTV Video Music Award del 1992 e in tante foto indoss√≤ la maglietta con la copertina di¬†Hi, How Are You, in tante¬†interviste sosteneva che Johnston fosse tra “i migliori cantautori del mondo”. E poi¬†i¬†Sonic Youth, i¬†Rem,¬†Beck,¬†Tom Waits, i¬†Pearl Jam,¬†David Bowie (che scrisse “Wood Jackson” pensando a lui), Matt Groening, Steven Spielberg, i Wilco, Flaming Lips, Thundercat. La lista √® lunghissima.¬†Nel 2015 Lana Del Rey ha suonato una cover di¬†“Some Things Last a Long Time” e ha donato migliaia di dollari per il found reaser per un cortometraggio sulla sua storia. Nel 2005 il regista¬†Jeff Feuerzeig gir√≤ il documentario sulla sua vita, The Devil and Daniel Johnston, premiato anche al Sundance Festival. Una vita non facile per via delle sue crisi di schizofrenia e perennemente soggetta a disturbi bipolari che ne influenzarono molto la carriera. Tantissimi gli omaggi sul web da parti di colleghi e fan della sua musica.

 

 


Commenti

Mauro Tomelli

Click here to connect!