Red Hot Chili Peppers stupiscono ancora?

I Red Hot Chili Peppers fanno uscire oggi il loro secondo album in un anno, non si fa in tempo ad elaborare “Unlimited Love” uscito ad aprile che ecco dare alle stampe “Return of the Dream Canteen”, John Frusciante √® tornato forse a dare una spinta che negli ultimi anni era mancata, non per colpa di Josh Klinghoffer, che invece ha fatto un ottimo lavoro ma che forse non metteva a proprio agio il resto della band che oggi si muove meglio nella ritrovata formazione.

Avevamo bisogno di 17 brani? Forse no, Flea a volte si perde percorrendo strade un p√≤ tortuose come in “Fake as Fuck”, in “Bella” vedo una canzone sul sicuro che forse avrebbero potuto ripescare in futuro, melodia scontata forse un formato pi√Ļ breve l’avrebbe fatta apprezzare meglio, poco riesce a fare l’assolo di Frusciante, “My Cigarette” da dimenticare, mentre apprezzabile di molto “Afterlife” e “Shoot Me a Smile”.

Sicuramente “Tippa my Tongue” merita di essere apprezzata. Certamente gli album dei Peppers sono sempre una certezza, comunque restano prodotti di un certo livello rispetto a quello che si produce oggi, ma i salti mortali del passato sembrano un p√≤ lontani.

TRACKLIST
01. Tippa My Tongue
02. Peace And Love
03. Reach Out
04. Eddie
05. Fake As Fuck
06. Bella
07. Roulette
08. My Cigarette
09. Afterlife
10. Shoot Me A Smile
11. Handful
12. The Drummer
13. Bag Of Grins
14. La La La La La La La La
15. Copperbelly
16. Carry Me Home
17. In The Snow


Commenti

Tommaso Notarangelo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!