DEATH DIES: contratto con Time To Kill Records, nuovo disco e primi due video

Time To Kill Records¬†√® orgogliosa di annunciare di avere siglato un contratto discografico con gli storici¬†black metaller italiani¬†DEATH DIES! La band pubblicher√† il suo nuovo album,¬†“Stregoneria”, nell’estate del¬†2023.

Con una lunga tradizione nel circuito underground nazionale, i¬†DEATH DIES¬†sono finalmente pronti a fare il loro ritorno sulle scene con uno dei dischi pi√Ļ solidi della loro carriera.

Maggiori dettagli sul disco e su altre attività dei DEATH DIES verranno svelati prossimamente.

La band nasce nel 1995 da un‚Äôidea di Demian De Saba e Samael Von Martin, rispettivamente batterista e chitarrista/fondatore della seminale black metal band italiana¬†EVOL, la volont√† era quella di discostarsi dal sound della band ‘madre’ per proporre sonorit√† pi√Ļ¬†feroci unite ad influenze prog e folk.

Parallelamente all‚Äôattivit√† degli¬†EVOL, nel 1998 i¬†DEATH DIES¬†lavorano a uno split CD assieme ai conterranei Satanel intitolato ‚ÄúWhen Death Died‚ÄĚ, pubblicato dalla Maggot Records di Monza e, nel 1999, rilasciano un 7‚ÄĚ intitolato ‚ÄúThe Art Of Domination‚ÄĚ.

A fine 1999 gli¬†EVOL¬†concludono il loro percorso artistico, per cui le energie vengono incanalate nella composizione del primo full-length, prodotto inizialmente dalla Northern Darkness Records, il disco¬†‚ÄúThe Sound of Demons‚ÄĚ vede poi la luce¬†per Black Tears Of Death nel 2002.

La band (diventata un trio con l’innesto di Rex Tenebrae, anch’egli ex EVOL) intraprende quindi un’intensissima attività live che la vede protagonista sia in Italia che in territorio francese, culminando in concerti di spalla a Impaled Nazarene, Behemoth e Prejudice, tra gli altri.

A livello discografico, la band incide altri due album: ‚ÄúProduct of Hate‚ÄĚ (2003) e ‚ÄúPseudochristos‚ÄĚ(2006), rispettivamente per BTOD e per la francese Adipocere, per poi dar luce al progetto¬†NEGATRON¬†con l‚Äôalbum ‚ÄúTenebre‚ÄĚ (2011), che vede uno stravolgimento della line-up e una direzione musicale pi√Ļ¬†ossianica e atmosferica.

Il ritorno all‚Äôincisone avviene nel 2015 con l‚Äôalbum ‚ÄúLegione‚ÄĚ, dove vengono ri-registrati vari brani del proprio repertorio e di quello degli¬†EVOL.

Nel 2022, la band con una nuova line-up a cinque elementi registra il nuovo album ‚ÄúStregoneria‚ÄĚ.

Ad aprile¬†hanno pubblicato il primo singolo “Argento”, estratto dal nuovo album¬†“Stregoneria” in uscita il¬†2 giugno 2023, di seguito il video:

Con una lunga tradizione nel circuito underground nazionale, i¬†DEATH DIES¬†sono finalmente pronti a fare il loro ritorno sulle scene con uno dei dischi pi√Ļ solidi della loro carriera.

‚ÄúStregoneria‚Ä̬†
√® la somma delle influenze e delle diverse esperienze musicali dei membri della band. L’album √® spesso caratterizzato da una combinazione di riff black e speed metal, intrecciati con aperture melodiche non lontane dalle sonorit√† tipiche delle scuole occult e black metal italiane e greche.

Il disco esibisce il suono maestoso e malevolo della band nella sua forma pi√Ļ potente, restando al contempo crudo e robusto come mai prima d’ora, l’apice di tutti i tratti distintivi del suono classico dei¬†DEATH DIES: muri di chitarra spessi e pulsanti e una scrittura diretta che va dritta al punto.

L’album contiene anche una nuova versione del classico degli¬†EVOL¬†“Sorrow of the Witch”, che √® stato ri-registrato e aggiornato con una produzione pi√Ļ raffinata e roboante.

Tracklist e copertina:
01. Argento
02. Lame
03. Riflessi di sogni meschini
04. Impero
05. Abiura l’eterno
06. Mystery forest
07. Vento d’erebo
08. Falce e corona
09. Al Shi’ra
10. Sorrow of the witch

Special Guests:
Andy ‚ÄúBull‚ÄĚ Panigada dei Bulldozer: chitarra solista su ‚ÄúArgento‚ÄĚ
Lucho Sanchez dei Blizzard Hunter: chitarra solista su ‚ÄúVento d‚ÄôErebo‚ÄĚ
Simon F√®r√®tro dei Mater A Clivis Imperat: chitarra solista su ‚ÄúMystery Forest‚ÄĚ,‚ÄĚ Abiura l‚ÄôEterno‚ÄĚ e ‚ÄúFalce e Corona‚ÄĚ
Mr. Yasuzuky degli Abigail: voce su ‚ÄúMystery Forest‚ÄĚPre order:

https://deathdies.bandcamp.com/album/stregoneria
https://timetokillrecords.bigcartel.com/product/death-dies-stregoneri-cd-jewel-case

A maggio hanno pubblicato il secondo singolo¬†“Lame”, di seguito il video:

‚Äú‚ÄėLame‚Äô √® una delle prime canzoni composte per l‚Äôalbum ‚ÄėStregoneria‚Äô. Musicalmente riprende in mano le nostre radici old school che risiedono in Blasphemy, Beherit e nel black degli 80/90, rivisitato in chiave moderna, ovviamente nei suoni ma anche nella ‚Äėchiave ritmica‚Äô di tutto il brano.

Il testo √® incentrato sulle ‚Äėparole‚Äô e il potere distruttivo che hanno, che siano un dogma, un precetto, un comandamento o anche la semplice esternazione di un‚Äôidea. Le parole viste come ‚Äėlame‚Äô di un coltello che pu√≤ servire per procacciarsi il nutrimento, cos√¨ come per uccidere qualcuno senza motivo.

La vilt√† porta a far confondere i piani emotivi tra chi recepisce e chi comunica e questo viene usato a discapito della parte pi√Ļ ‚Äėdebole‚Äô. Possiamo chiamarla religione, prevaricazione, condizionamento, mobbing‚Ķ non c‚Äô√® un‚Äôidentit√† precisa. L‚Äôunico elemento in comune √® l‚Äôeffetto che hanno‚ÄĚ.

Con una lunga tradizione nel circuito underground nazionale, i DEATH DIES sono finalmente pronti a fare il loro ritorno sulle scene con uno dei dischi pi√Ļ solidi della loro carriera.

Line-up:
Demian De Saba ‚Äď Drums
Samael Von Martin ‚Äď Guitars and backing vocals
Danjal ‚Äď Bass
Der Todesking ‚Äď Rhythm Guitars
Viktor Flamel ‚Äď Vocals and screams

Discografia:
When the Death Died/Under a Scarlet Night (Split) 1998
The Art of Domination (EP) 1999
The Sound of Demons (Full-length) 2002
Rebirth of Evil One (Compilation) 2002
Product of Hate (Full-length) 2003
PseudoChristos (Full-length) 2006
Legione (Full-length) 2015
Legione Patavina (Live DVD) 2016

DEATH DIES

https://www.facebook.com/DeathDiesLegione
https://www.instagram.com/deathdieslegione/

Time To Kill Records
https://timetokillrecords.bandcamp.com/
https://www.instagram.com/timetokillrecords/
https://www.facebook.com/timetokillrecords/
https://www.timetokill-records.com/


Commenti

Giacomo Cerutti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!