CHELSEA WOLFE – She Reaches Out To She Reaches Out To She

Con il suo nuovo lavoro in studio, l’artista californiana Chelsea Wolfe decide di mettere da parte le sonorità doom-metal degli ultimi dischi, per tornare alla sperimentazione e indirizzarsi verso nuovi paesaggi sonori densi di trip-hop e accenni post industrial. “ She Reaches Out to She Reaches Out To She ”, un titolo che parla del passato che si proietta verso un futuro migliore.

Dai sussurri inquietanti dell’apertura, “Whispers in the Echo Chamber”, il disco ci dice quali sono le maggiori fonti d’ispirazione, con la voce di Wolfe in primo piano, come sempre ammaliante e suadente. La struttura portante del lavoro fa leva su un tappeto sonoro fatto di sintetizzatori e percussioni, ogni tanto emerge qualche riff chitarristico, come nella conclusiva Dusk.

House of self-undoing è il pezzo in cui emerge maggiormente groove e ritmica, il tutto condito da una atmosfera glaciale e nebulosa. Interessanti anche l’inquietante Salt, e l’agghiacciante Place in the Sun, ballata spettrale, costruita intorno alla voce di Chelsea Wolfe su pochi accordi di piano, forse il picco più alto dell’intero lavoro.

Il sound gotico riemerge in The liminal (qui l’accostamento ai vocalizzi di Beth Gibbons non è esagerato). Tunnel lights è un viaggio onirico dark-synth che alterna con eleganza momenti di sospensione a momenti esplosivi carichi di pad e glitch.
L’album She Reaches Out to She Reaches Out To She, seppur si stacchi abbastanza dai precedenti mantiene inalterata l’anima decadente, marchio di fabbrica dell’artista americana.


Con il suo nuovo lavoro in studio, l’artista californiana Chelsea Wolfe decide di mettere da parte le sonoritĂ  doom-metal degli ultimi dischi, per tornare alla sperimentazione e indirizzarsi verso nuovi paesaggi sonori densi di trip-hop e accenni post industrial. “ She Reaches Out to She Reaches Out To She ”, un titolo che parla del passato che si proietta verso un futuro migliore. Dai sussurri inquietanti dell’apertura, “Whispers in the Echo Chamber”, il disco ci dice quali sono le maggiori fonti d’ispirazione, con la voce di Wolfe in primo piano, come sempre ammaliante e suadente. La struttura portante del lavoro…

Score

PotenzialitĂ 
Artwork
Concept

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Track list:

  • Whispers In The Echo Chamber. 04:01.
  • House Of Self-Undoing. 04:23.
  • Everything Turns Blue. 04:26.
  • Tunnel Lights. 04:08.
  • The Liminal. 04:51.
  • Eyes Like Nightshade. 04:34.
  • Salt. 04:23.
  • Unseen World. 03:27.


Commenti

Gianni Vittorio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrĂ  pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!