Gli Slowdive live all’Alcatraz di Milano

Tantissima gente ieri √® accorsa all’Alcatraz di Milano per il concerto della band di Reading tornati in Italia a presentare il loro ultimo dico Everything Is Alive. Due date, questa √® prima mentre il 2 febbraio saranno all’Estragon di Bologna, gi√† sold out da settimane. Uno spettacolo veramente coinvolgente quello di ieri. Rachel Goswell (chitarra e voce) e Neil Halstead (chitarra e voce), il chitarrista Christian Savill, il bassista Nick Chaplin e il batterista Simon Scott non hanno certo d le attese. Tanti fan della prima ora ma anche tantissimi giovani e giovanissimi in prima fila e questo √® significativo perch√© siamo al cospetto di una band che abbraccia le generazioni con un riscontro veramente singolare. D’altronde la parabola degli Slowdive √® veramente unica; sciolti nel 1995 sono tornati insieme nel 2014 pubblicando cinque album, due raccolte e cinque Ep, ridefinendo e ridando slancio alla musica rock britannica e non solo. Ieri abbiamo assistito ad un live compatto, senza un minimo di sbavature. Sono dei veterani e sono riusciti nell’impresa di rendere accessibile lo shoegaze anche per i millenials. Le voci di Neil Halstead e Rachel Goswell sono una cosa sola e diventano ipotiche incastrate nel loro suono uno splendido equilibrio tra wave e dream anni Ottanta e Novanta riportato ai giorni nostri. Uno stile storico ma che con gli Slowdive guarda decisamente al futuro

SETLIST

Deep Blue Day (registrata) – di Brian Eno
shanty
Star Roving
Catch the Breeze
skin in the game
Crazy for You
Souvlaki Space Station
chained to a cloud
Slomo
kisses
Alison
When the Sun Hits
40 Days

BIS #1

Sugar for the Pill
Dagger
Golden Hair РCover di Syd Barrett
An Ending (Ascent) (registrata) Рdi Brian Eno


Commenti

Mauro Tomelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!