La Prima Estate: Paolo Nutini e Michael Kiwanuka

La Prima Estate: Paolo Nutini e Michael Kiwanuka | Lia Baccelli

Era a lungo atteso il ritorno di Paolo Nutini e non ha deluso le aspettative. Quasi due ore di concerto in cui l’Artista scozzese ha ripercorso la sua carriera artistica, dedicando un commovente pensiero legato alla giovent√Ļ dei propri genitori, raccontando di quando questi venivano al Parco Bussola Domani ad ascoltare Mina e Renato Zero. Lo fa in un buon italiano e con la voce emozionata conclude “Mamma, Babbo (confermando cos√¨ le origini toscane), Francesca vi amo moltissimo. Siete tutto”.

Si parla di un nuovo album fra le sue idee e di un anno da trascorrere in Italia per imparare l’italiano, chiss√† se proprio nella Lucca dei suoi antenati dove di certo √® il benvenuto.

Prima di Nutini, mentre il sole calava sul pubblico del La Prima Estate è salito sul palco Michael Kiwanuka; accompagnato da una band straordinaria il cantante inglese già apprezzato da personaggi come Barak Obama e Adele ha incantato la platea di Lido di Camaiore con il suo soul caldo e pieno.

Hanno aperto questa serata i swim school, seguiti dai Black Country, New Road.

Di certo questo √® un festival che merita un plauso per l’organizzazione: una location ampia e godibile che profuma di mare e di estate e che permette di riportare i concerti a luogo di svago senza pressioni.

Qualche foto della serata, che spero rendano il calore delle esibizioni.


Commenti

Lia Baccelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Click here to connect!